Latina Scalo

La Ztl a Latina scalo, nella zona di piazza San Giuseppe e non solo: sono stati diversi gli argomenti affrontati nei giorni scorsi durante l’incontro a Latina Scalo promosso dal locale Presidio con il Comune. La proposta della Ztl, già in passato valutata e caldeggiata da altre organizzazioni di cittadini come il Comitato di Quartiere, è stata promossa dal Presidio di Latina Scalo (gruppo privo di connotazione politica), in seguito alla richiesta espressa da numerosi cittadini di avere un luogo di aggregazione. L’incontro è stata anche la risposta ad un documento presentato dallo stesso Presidio al sindaco Coletta nel quale venivano elencate le criticità del luogo con l’obiettivo di una rapida soluzione. Nella parte introduttiva del documento si è espressa la necessità di avere, da parte dell’amministrazione e dei cittadini, una nuova “visione” dello Scalo dando ad esso priorità su alcune scelte di investimento, in quanto porta della città. Alla riunione del 30 luglio hanno partecipato per il Comune il vicesindaco Paola Briganti, l’assessore alle Attività produttive Simona Lepori, il presidente della commissione Attività produttive Marco Capuccio e il consigliere comunale Emanuele Di Russo, delegato alla democrazia partecipata; per i cittadini erano presenti alcuni componenti del Presidio (Lara Fiorletta, Pietro Pasquali, Angela Fiorletta, Flavia Di Tomasso e Massimo Ferrari), il presidente del Comitato di Quartiere Marco Gubbioli e altri cittadini rappresentanti degli esercizi commerciali che hanno avanzato domande, dubbi, problemi e richieste di soluzioni. Tra le tante argomentazioni affrontate il focus si è ovviamente mantenuto sull’imminente attuazione di una Ztl sperimentaledal 7 agosto fino al 13 settembre in tutta l’area di piazza San Giuseppe da applicare il venerdì, il sabato e la domenica dalle 20 alle 24. Hanno commentato in una nota i membri del Presidio di Latina Scalo: “La Ztl  va nella direzione condivisa di far usufruire ai cittadini e ai bambini questo spazio in sicurezza e nello stesso tempo consentire alle attività produttive, che operano in questo spazio e che sono state fortemente penalizzate dal Covid, di incrementare il proprio lavoro. A tale proposito, l’assessora Lepori ha ribadito che vi è ancora la possibilità di richiedere in modo gratuito l’ampliamento degli spazi esterni e di posizionare gazebo, sottolineando che al Comune sono sinora pervenute poche richieste da parte dei commercianti di Latina Scalo, rispetto a Latina Centro e Latina Lido”. Per quanto riguarda ildivieto di transito dei mezzi pesanti in centro, “tema fortemente sentito dai cittadini, l’Amministrazione ha effettuato nei giorni scorsi un sopralluogo per verificare lo stato della segnaletica e della viabilità. La vicesindaco Briganti ha ribadito che è stata avviata la procedura per la risoluzione del problema della segnaletica carente insieme al comune di Sermoneta, che ne è direttamente coinvolto. Verrà potenziata la videosorveglianza nei punti strategici ed è allo studio la creazione di un anello ciclabile per il collegamento delle scuole di Latina Scalo e di Zone 30 nelle vicinanze delle stesse. Verranno inoltre valutate le conformità delle zone critiche di Latina Scalo come il cavalcavia della Stazione e Piazza dell’Ambrosia”. Per quanto riguarda il verde pubblico e la manutenzione delle strade, ci è stato confermato che sono stati stipulati due accordi quadro con i quali saranno garantiti sistematici interventi. Infine sembra quasi sicura l’assegnazione nei prossimi giorni del Parco Faustinella a una ditta che si occuperà della sua apertura, cura, e gestione del chiosco. Ha commentato Massimo Ferrari del Presidio di Latina Scalo:   “Una disponibilità al confronto che ci gratifica; abbiamo iniziato a confrontarci con questa Amministrazione portando a conoscenza della stessa le varie problematiche e esigenze di Latina Scalo, alcune molto datate e altre invece recepite nel confronto quotidiano che abbiamo con i nostri concittadini. Siamo consapevoli delle difficoltà che le amministrazioni hanno per la mancanza di fondi adeguati ma siamo anche soddisfatti del confronto costruttivo che stiamo portando avanti e che sta dando dei risultati e tanti altri ne darà nel prossimo futuro”.Ha commentato Pietro Pasquali del Presidio di Latina Scalo:  “Un confronto  tra Amministrazione e cittadini che partendo dalla proposta di realizzare un Ztl temporanea e sperimentale ha toccato temi e necessità molto sentite e non più differibili. Da parte sua, l’amministrazione, ha dimostrato una attenzione e una volontà di impegnarsi sulle problematiche dello scalo in maniera fattiva e non propagandistica. È stato spiegato, sempre dagli amministratori, che i tempi di realizzazione di determinate opere, quando si agisce nel rispetto delle regole, non sono brevi e serve una adeguata programmazione di interventi che non può più essere ‘a domanda’. La metodologia adottata dal Presidio è stata riconosciuta come buona prassi di interazione con l’amministrazione. Ci si augura sia solo l’inizio di un proficuo confronto finalizzato alla crescita della nostra comunità, la strada sembra essere quella giusta, si iniziano a vedere i primi risultati, e certamente abbiamo bisogno della collaborazione di tutti, con un contributo certamente propositivo, ma anche critico purché finalizzato alla risoluzione dei problemi all’accoglimento delle istanze”. Lara Fiorletta, del Presidio, ha sottolineato che è auspicabile una maggiore partecipazione da parte delle persone di Latina Scalo e Angela Fiorletta, sempre del Presidio ha aggiunto che è stato utile incontrarsi e ascoltare le esigenze ed i pareri di chi aveva perplessità in merito alla proposta. Il dialogo è stato costruttivo. Ha commentato Marco Gubbioli, presidente del Comitato di Quartiere: “L’Amministrazione sembrava propositiva, anche se mi sarei aspettato più consapevolezza sul fatto che nel 2016 e nel 2017 abbiamo presentato anche noi del Comitato una brochure completa con le problematiche dello scalo, documento che però non fu preso in considerazione, compresa la nostra proposta del Ztl dell’anno scorso. La nostra proposta è quella di fare una Ztl permettendo alle persone di parcheggiare all’interno, in modo da avvicinare gradualmente la popolazione di Latina Scalo all’abitudine di questa modalità. Se l’amministrazione valutasse l’idea di aprire la strada che va dalla stazione a via delle industrie potrebbe già risolvere il problema della viabilità. In generale noi del Comitato siamo disponibili al confronto, come abbiamo sempre fatto così da trovare soluzioni condivise”. Ha detto Flavia Di Tomasso, del Presidio:  “In ogni prima esperienza di condivisione è necessario un tempo di conoscenza e di approfondimento rispetto alle parti in campo, alle problematiche, ai linguaggi, alle aspettative quindi sarà un viaggio importante e impegnativo, ma necessario e soprattutto corretto, perché grazie al confronto e al dialogo aperto, insieme, contribuendo ognuno per le proprie possibilità, si può costruire un futuro sostenibile e un innalzamento della qualità della vita di una società; per cui trovo l’incontro, in questa direzione, un ottimo risultato.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui