Zingaretti e Coletta

Nel pomeriggio del 13 settembre + arrivato il presiente della Regione Lazio a Latina per sostenere la candidatura di Damiano Coletta che si ripresenta come sindaco di Latina. In Piazza del Quadrato, che era affollata, a introdurre i due protagonisti c’erano il segretario comunale del Partito Democratico Franca Rieti e il segretario provinciale dei Giovani Democratici Leonardo Maiocchi, entrambi candidati con la lista del Pd-Psi che sostiene il sindaco uscente.  Ha sottolineato Zingaretti: “Intorno a Damiano Coletta c’è una alleanza larga, plurale, ricca. La scelta oggi non è soltanto sulla persona, ma sul fatto se Latina debba andare avanti o tornare indietro. E noi vogliamo andare avanti. Grazie a Coletta Latina è tornata al centro della politica nazionale per le sue decisioni coraggiose. La scelta è se andare avanti o tornare indietro togliendo la speranza che le cose possano andare meglio.  C’è chi i problemi li cavalca, e chi li vuole vedere e li risolve, che è molto più difficile. Invece il populismo si ferma alla narrazione del problema: se passa il concetto che tutti sono uguali e non c’è speranza, allora si può ripresentare come se niente fosse anche chi in passato ha governato male e ha distrutto Latina”. E c’è statp l’intervento di Coletta il quale ha detto: “Il rapporto con il presidente della Regione è stato sempre di grande apertura. Va riconosciuta alla Regione l’opera di risanamento che con il presidente Zingaretti è stata fatta nel campo della sanità facendola uscire dal commissariamento nella gestione della pandemia da Covid-19: il Lazio è stato sempre considerato un modello nelle fasi dell’emergenza sanitaria. Proprio grazie a questa stretta collaborazione è nato un progetto per il Pnrr, che prevede la creazione di un Distretto della salute. Questo progetto, con le future case di comunità e con il nuovo ospedale, metterà Latina al vertice della capacità dell’offerta sanitaria. Proprio qualche giorno fa con l’assessore D’Amato abbiamo fatto dei sopralluoghi per individuare gli spazi idonei alla realizzazione di queste strutture”. Il sindaco ha ricordato le operazioni a favore della città andata in porto come il finanziamento della riqualificazione dello stallino di Piazza del Quadrato, uno degli edifici storici più antichi di Latina, e del Museo della Terra Pontina: circa 10 milioni arriveranno nella nostra città e l’imminente firma di un protocollo con la Camera di Commercio per l’utilizzo dei locali della ex Step, che saranno dedicati all’open innovation. Ha cponcluso Coletta: “Auspico poi come ulteriore obiettivo che venga colmato il gap delle infrastrutture, con la bretella Cisterna-Valmontone e il collegamento autostradale con la Roma-Latina. Mi auguro di poter lavorare insieme per migliorare il collegamento con Latina Scalo e la connessione su ferro. Adesso la sfida riguarda due ere geologiche diverse il bene comune e la gestione clientelare e io rivendico il ruolo che questa amministrazione ha avuto rispetto al passato e ai danni che le precedenti amministrazioni hanno prodotto”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui