Zappala e Tripodi: l’alleanza politica è finita

Stefano Zappalà
Stefano Zappalà

Alla vigilia della campagna elettorale delle amministrative di giugno un altro colpo di scena ha coinvolto Angelo Tripodi e Stefano Zappalà: il primo rifiuta ogni situazione di coinvolgimento con i  due maggiori candidati del centro destra, ossia Calvi e Calandrini, mentre il secondo ha voluto fare delle riflessioni che poi l’hanno portato ad abbandonare l’avventura elettorale di colui che è considerato il rampante della destra più estrema: Zappalà da uomo politico navigato, in quanto già europarlamentare èper Forza Italia e poi sempre con questo schieramento sindaco di Pomezia, ha sentito puzza di bruciato e quindi ha cercato prima di convincere Tripodi ad abbandonare l’eventualità di candidatura a sindaco, ma visto che non ci è riuscito, con la sua lista di Popolari per l’Italia ha deciso di abbandonare la nave di tripodi in attesa di capire cosa farà lo stesso ex parlamentare europeo. Tripodi non ci sta a questo perché ha scelto già da tempo di non partecipare a giochetti del tipo Prima Repubblica e tentare l’avventura elettorale con le civiche da lui stesso create (dovrebbero essere 10), accettando con rassegnata ( ma mica tanto) aria la nuova situazione in questa campagna elettorale che si preannuncia piuttosto calda anche per la presenza di diversi candidati dell’area centro destra che in passato hanno ricoperto ruoli di amministrazione sia comunale che provinciale come nel caso di de Monaco che è candidato sindaco del MSI.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *