Rodriguez con Moses
Rodriguez con Moses

Alla vigilia del derby di C regionale incontriamo di nuovo coach Gianni di Rocco del Meta Formia Basketball e gli chiediamo come è andata la partita di domenica contro la Fortitudo 1908, una partita si vinta ma con qualche difficoltà in campo.

E’ stata una partita abbastanza difficile rispetto a quanto ci aspettassimo, la Fortitudo 1908 Roma ha fatto una performance positiva, ci ha messo abbastanza in difficoltà e credo che ci siamo meritati comunque alla fine la vittoria pur dovendo lavorare un po’ di più rispetto alle previsioni.

Per quanto riguarda Gaeta abbiamo sicuramente una partita impegnativa perché credo che loro saranno motivati come n ogni derby a farci lo sgambetto . Noi sappiamo adesso che dobbiamo ragionare quarto dopo quarto senza fare tanti pronostici, senza vedere quello che sono le forze in classifica oppure senza vedere quelle che sono stati gli esiti delle partite di andata, bisogna ragionare quarto dopo quarto, cercare distare bene in campo e interpretare al meglio possibile l’incontro, quindi diciamo che noi siamo pronti, siamo abbastanza consapevoli del nostro valore però rispettiamo Gaeta, del resto è un derby e quindi tutti sanno che i derby sono impronosticabili.

I tuoi giocatori, vedendo il tabellino della partita, hanno risposto come tu dicesti qualche tempo fa, essere spietati con le piccole. La Fortitudo è penultima in classifica, ma nonostante tutto vi ha messo in difficoltà. Vedendo Rodriguez che comunque ha trascinato la squadra , gli altri giocatori sono riusciti comunque a seguire la sua scia. C’ è comunque che stanno tirando un po’ i remi in barca per arrivare alla seconda fase dei play off per giocarsela meglio?

Ma a desso ci sono tante variabili che entrano in gioco. Entra in gioco la determinazione che tutte le squadre hanno per raggiungere i propri obiettivi, perché siamo nella parte finale della stagione, quindi tutte hanno un obiettivo, tutti siamo motivati a raggiungerlo, e quindi tutti sono più attenti al proprio lavoro in campo, secondo si sta cominciando a gestire anche l’aspetto fisico perché i giocatori non sono delle macchine, perché dal 17 agosto dello scorso anno siamo in preparazione e in attività, e comunque c’è l’esigenza di dosare lo sforzo in vista del pezzo finale di campionato e in fine direi che nella parte finale della stagione tutti giocano meglio, perché tutti hanno avuto più tempo per prepararsi e per oliare i meccanismi di squadra, quindi diciamo che siamo stati bravi comunque a giocare forte nell’ultimo pezzo della partita di domenica ed essere spietati. Rodriguez è stato abbastanza dominante in quel periodo quindi bene così.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui