VENEZIA – MONTECARLO: COLLOQUIO CON MAURIZIO TALLERINI, PRESIDENTE DEL COMITATO LOCALE DELLA VENEZIA – MONTECARLO

Maurizio Tallerini
Maurizio Tallerini
Striscione Venezia - Montecarlo
Striscione Venezia – Montecarlo

Di Pietro Zangrillo

Dopo la presentazione della tappa Salerno – Formia della manifestazione motonautica Venezia – Montecarlo che prenderà il via il 1° di luglio, abbiamo fatto esternare al presiedente del Comitato Locale nonché presidente del Consiglio Comunale del Comune di Formia Maurizio Tallerini le sue impressioni.

Maurizio, finalmente ci siamo. Dopo tanto penare, dopo tanto lavoro, dopo tanta sofferenza, comincia la Venezia – Montecarlo. Ormai siamo in dirittura d’arrivo per l’inizio, cosa ci puoi raccontare?

“Allora, è vero, è stata ed è una esperienza un po’ sofferta,sia perché per l’organizzazione di cui sono il presidente e dovevo trovare una serie di meccanismi di valutazione perché in effetti Formia è stata la prima volta esposta ad una manifestazione di una portata nazionale ed internazionale, però alla sfida io ci sto e quindi ci tenevo che Formia diventasse una promozione del territorio, cioè far navigare Formia nel mare della cultura, nel mare della tecnologia, con una serie di iniziative di promozione anche del territorio, cioè Formia al centro dello sport, della motonautica d’altura, al di là della manifestazione sportiva che ha il suo pregio ed il suo fascino, però è la promozione del territorio e cercare, abbiamo organizzato anche una specie di villaggio al molo Vespucci dove ci saranno una serie di iniziative, iniziative enogastronomiche, cultura, manifestazione una sorpresa, forse verrà un’artista importante che farà un concerto, quindi stiamo lavorando per questo, in extremis purtroppo, ma per fortuna le cose belle arrivano all’improvviso   e quindi ci daremo da fare per questo. E’ chiaro che la città di Formia si pone come tappa, come una delle tappe e quindi avrà una sua risonanza nazionale ed internazionale, Formia è tappa dopo Salerno e tappa da Formia per Civitavecchia, in un percorso che partirà da Venezia e arriverà a Montecarlo, quindi si parlerà di Formia in tutti gli altri paesi come Rimini,Pescara, Termoli, Brindisi, Crotone, Reggio Calabria, Salerno, Civitavecchia, fino a Montecarlo, quindi significa che si parlerà di Formia. L’obiettivo è proprio quello di promuovere il territorio, fa bene alla nostra città e alla promozione delle bellezze che ha la nostra  città, infatti ci sono dei video. A Rimini vedranno cosa è il Cisternone Romano, a Montecarlo, a Pescara, questo penso che sia un’idea per la promozione del territorio, ci proviamo, è la prima volta, ci può essere qualche errore, ma penso che alla fine saranno perdonati per quello che è stato fatto.”

Sei già perdonato. Da una esperienza negativa che abbiamo vissuto nei giorni scorsi, finalmente si può parlare di Formia in senso positivo, finalmente Formia nel vero senso della parola: archeologia, storia, cultura e tradizioni. E finalmente le brutte notizie speriamo di averle buttate alle spalle. Un messaggio che vuoi dare per Formia per questi giorni?

“Bravo, un po’ mi hai anticipato e te lo riconosco e ti ringrazio per la tua attenzione. Formia è una città che ha una lunga tradizione millenaria di storia, di cultura, di archeologia, di mare. Ci sono delle realtà che in questi ultimi anni sono un po’ decadute per un momento di crisi economica, allora voglio fare un invito a tutti gli operatori della nautica, commercianti, turisti, a tutti: in questa manifestazione dobbiamo tutti collaborare, quest’anno è andata così, il prossimo anno deve esserci, spero, una collaborazione di tutti, il Comune farà la sua parte però anche gli altri devono fare la loro per valorizzare la città e sicuramente ci sarà un grosso risultato.”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *