Valentino Abbate
Valentino Abbate
Valentino Abbate
Valentino Abbate
Valentino Abbate
Valentino Abbate

Non solo nelle elezioni amministrative, ma anche nelle università si preannunciano venti di cambiamento. Abbiamo incontrato uno dei candidati appartenente ai Giovani democratici che è residente nel Golfo di Gaeta Valentino Abbate,  che mi ha presentato il suo programma elettorale molto serio e dettagliato che noi cerchiamo di sintetizzare anche per dare un appiglio agli studenti che lo volessero votare. Infatti lui sostiene che ogni ateneo ha regole diverse per il contributo degli studenti per le tasse universitarie che tengono conto dell’ISEE, ma poche università rispettano il criterio della progressività, ma lui ritiene che bisogna istituire una “no tax area” di 21 mila euro perché sotto questa soglia non si devono corrispondere le tasse universitarie. Poi la pratica di svolgere dai 6 ai 18 mesi di pratica forense per gli studenti di Giurisprudenza durante il periodo di studi tramite una convenzione firmata nel 2012 ma che in realtà non è stata mai formulata. Così come gli studenti che si trovano fuori sede hanno il diritto di votare e che venga rispettata la Carta dei Diritti di avere un minimo di otto appelli annuali più due straordinari applicato in tutti gli atenei. L’istituzione degli open badges sembra molto importante per Valentino perché questo sistema crea un collegamento diretto tra le competenze richieste in ambito lavorativo e il percorso di studi consentendo di specializzarsi in un determinato ambito. Lui propone anche la creazione dello status di studente part-time per gli studenti lavoratori, un ponte tra università e mondo del lavoro reso necessario dalla situazione economica del momento. Poi infine la istituzione di una commissione ad hoc che si incarichi di partecipare ai bandi per la gestione dei fondi europei per la vivibilità degli studenti universitari. per cui a me sembra un buon programma, per cui non mi resta che augurargli “in bocca al lupo” per le sue elezioni a rappresentante nazionale degli studenti universitari sperando che se venga eletto possa far valere le sue idee in un ambito che comunque sembra essere molto decaduto, una decadenza che parte veramente da lontano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui