Una truffa con le casse da morto: 46enne di Terracina denunciato

Bare

Una truffa stile Totò morto che parla: aveva acquistato da una ditta di Bari dieci casse funebri del valore complessivo di 4mila euro. Il pagamento era stato regolato con assegni bancari risultati di provenienza furtiva e sui quali era stata apposta una firma apocrifa. La truffa era stata messa in atto tra il 2015 e il 2016 e dopo specifica attività investigativa i Carabinieri della stazione di Terracina sono riusciti a identificare e denunciare un 46enne del luogo. Le accuse sono di truffa, ricettazione e falsità materiale commessa da privato.

 

 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *