Truffa con auto di lusso: operazione dalla Guardia di Finanza di Pordenone

Guardia di Finanza

Una truffa dove ha visto cadere nella rete 1329 gli acquirenti caduti nella rete dell’organizzazione delle truffe sulle auto di lusso, residenti in 20 regioni italiane. L’inchiesta Cars Lifting condotta dalla Guardia di Finanza del comando provinciale di Pordenone che conta 20 indagati, con vari ruoli all’interno del gruppo che si occupava di immatricolare in modo fraudolento auto di lusso di provenienza tedesca per rivenderle evadendo l’iva. In molti casi alle auto veniva abbassato il chilometraggio e in molte circostanze l’acquirente versava un anticipo della somma richiesta ma non riceveva materialmente il veicolo. E’  di 3 milioni e mezzo di euro il valore dei beni finiti sotto sequestro nell’operazione. Tra i beni sotto chiave figurano anche 75 automobili di grossa cilindrata, marcate Porsche, Bmw, Mercedes e Audi, due ville con piscina e arredamenti di lusso, tre appartamenti, quote societarie, 12 motociclette (Harley Davidson, Ducati, Vespa, Laverda, benelli, Suzuki), 21 orologi di prestigiose marche e addirittura 13 opere d’arte d’autore e una cantina composta da 836 bottiglie di vini e distillati rari e di pregio.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *