Mamma che allatta al seno

Un oggetto che sembra una banalità ma che invece dà sollievo alle donne ghanesi che hanno appena avuto un figlio e che stanno allattando dal seno. Due aziende infatti hanno lanciato delle pompe portatili per aiutare le mamme che allattano al seno a raccogliere il latte in movimento. Le donne che usano il tiralatte le applicano spesso più volte al giorno e per periodi di circa 20 minuti o più. Ma devono essere inseriti in una presa di corrente e il meccan ismo della pompa è piuttosto tumoroso Sia la Willow che la pompa Freemie Liberty sono state progettate per essere indossate in modo più discreto, collocate all’interno del reggiseno di una donna e a  differenza delle pompe tradizionali, sono alimentate da batterie ricaricabili e sono molto silenziose. Sono state esibite in mostra alla fiera CES di Las Vegas. Ha detto l’amministratore delegato di Willow, Naomi Kelman: “Le mamme sono molto stressate, devono inserirsi in un muro, spesso sono isolate in una stanza minuscola e devono uscire dalla vita, un insegnante ci ha detto che doveva fermarsi e andare in un armadio delle forniture per pompare”. Willow ha vinto un premio per il suo dispositivo al CES nel 2017, da quando la pompa è stata disponibile per l’acquisto come beta trial, ma ora la sta lanciando sul mercato, la vendita al dettaglio negli Stati Uniti per $ 479 (£ 354). Ha subito alcune critiche online da parte di coloro che l’hanno provato, compresi i commenti che i sacchetti, che contengono 4 once (118 ml) di latte, sono troppo piccoli. Una portavoce ha affermato che in futuro sarebbero disponibili “opzioni di borse” di diverse dimensioni e che la pompa può essere messa in pausa mentre la borsa più piccola viene sostituita. La pompa Freemie Liberty invece viene fornita con sacchi da 8 once. È il primo prodotto portatile di Dao Health, che ha lanciato la sua prima pompa indossabile nel 2013 dopo 10 anni di sviluppo. Fino ad ora i suoi dispositivi hanno richiesto una presa di corrente. Ha un’impostazione “sleep” che lo spegne dopo un certo periodo di tempo se l’utente desidera assopirsi durante il pompaggio, anche se molte donne lo trovano difficile. Il co-fondatore, il dott. Stella Dao, un medico di emergenza, e suo marito Dan Garbez hanno avuto l’idea quando i loro gemelli sono nati prematuramente;  “Erano nell’unità di terapia intensiva neonatale, mia moglie si rese conto che doveva usare il tiralatte 10 o 12 volte al giorno, il che le imponeva di togliersi i vestiti, e di farlo per 20 o 30 minuti alla volta. Il punto che mi ha colpito è che la sua situazione lavorativa è difficile e impegnativa, ma molte donne in tutto il mondo hanno lavori difficili e impegnativi e non possono semplicemente abbandonare ciò che stanno facendo e usare un tiralatte”. Willow viene fornito con un’app di accompagnamento – attualmente solo per iPhone – che le donne possono utilizzare per monitorare la produzione di latte. La Freemie Liberty, al contrario, non è compatibile con altre app sul mercato, come ha affermato Garbez. Si vende al dettaglio per $ 300 negli Stati Uniti ed è anche incluso in alcuni piani di assicurazione sanitaria. L’analista Tech Carolina Milanesi di Creative Strategies ha dichiarato che è incoraggiante vedere prodotti sul mercato che offrono alle donne maggiore flessibilità: “Nella vita frenetica che stiamo vivendo e nel tentativo per le donne di bilanciare meglio la carriera e la famiglia, sono sicuro che accolgo con favore soluzioni migliori per consentirmi di non dover dare la priorità all’altra”.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here