Tir con targa turca entra per sbaglio nella “green zone”

Tir

Per timore di attentati in zone considerate molto sensibili, sono stati aumentati i cordoni di sicurezza a Roma, e in uno di questo cordono un tir con targa di origine turca è stato fermato dalle pattuglie delle forze dell’ordine nel centro di Roma, dopo che era entrato per errore in via del Corso, che secondo il dispositivo di sicurezza messo in campo per le festività di Pasqua fa parte della “green zone”, l’area interdetta ai mezzi pesanti e presidiata da pattuglie e posti di controllo. Come ha sottolineato la questura di Roma, non si è trattato di un “‘buco’ della sicurezza”, solo di una “normale operazione di polizia”, proprio nell’ambito dei dispositivi di sicurezza che quindi hanno dimostrato la propria “reattività:. “In merito alle notizie diffuse circa un presunto ‘buco’ nel sistema di sicurezza della Green zone”, la questura precisa in una nota che “si è trattato di una normale operazione di polizia, nel corso della quale un mezzo pesante non autorizzato è stato fermato dalle pattuglie in servizio e, accertata la buona fede dell’autista, è stato riaccompagnato sull’itinerario corretto. Quindi la circostanza dimostra la assoluta reattività del dispositivo di sicurezza della Green zone, che non prevede chiusure predefinite ai varchi ma, come più volte chiarito, controlli rigorosi e capillari”.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *