Mauro De Lillis

A Cori è stato messo a disposizione un luogo del Comune per consentire ai medici di medicina generale di poter effettuare i test rapidiLo ha annunciato il sindaco Mauro De Lillis. La struttura individuata è quella dell’ospedale del paese, la ex radiologia: “Fin da ora voglio esprimere i miei ringraziamenti ai medici per questo servizio utile che daremo alla nostra comunità e voglio ringraziare gli operatori sanitari che vorranno dare una mano ai nostri medici nell’espletare questa attività“. In tutta la regione infatti anche i medici di medicina generale potranno effettuare i test rapidi ma dovranno avere a disposizione delle strutture idonee diversi dai proprio studi professionali che di solito sono situati all’interno di condomini abitati. Il Comune di Cori è il primo in privincia ad aver ufficializzato in questi giorni il luogo in cui poter svolgere il servizio con l’obiettivo di offire concreto sostegno alla rete sanitaria provinciale. In quest’ottica il sindaco ha proposto che lo stesso ospedale possa ospitare pazienti non covid che necessitano di cure lievi e che si trovano al Goretti. Parlando poi dei contagi avvenuti tra operatori e ospiti della Rsa di Cori in cui si è sviluppato un cluster, ha posto l’attenzione sulla necessità di limitare i contatti e le frequentazioni. Ha annunciato che saranno intensificato i controlli nelle zone di Cori e di Giulianello: “Con una mappatura sono state individuate le zone che presentano un maggiore rischio di assembramento ed è stato elaborato un programma di lavoro per controllare quotidianamente queste zone, inviato ai carabinieri di Cori e alla questura di Latina per avere un loro sostegno nelle ore notturne”. L’ attenzione sulle scuole: si trovano attualmente in quarantena cinque classi della scuola media del paese per alcune positività riscontrate sia tra alunni che tra insegnanti. L’istituto è stato chiuso e sanificato nella giornata di venerdì e oggi, 16 novembre, gli alunni non posti in quarantena sono potuti tornare sui banchi. Ha aggiunto De Lillis: “Con la Asl abbiamo organizzato un nuovo drive-in a Giulianello per circa 100 ragazzi della scuola, un altro servizio importante che daremo a tutta la nostra comunità. Un messaggio forte che voglio lanciare a tutti: combattiamo il virus come comunità e non come singoli individui. Il Comune di Cori c’è, c’è per tutti, anche per coloro che si trovano in quarantena e non hanno contatti con la società esterna. Non esitate a chiamare il sindaco e il Comune”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui