Soldi

Nella serata del 10 luglio un uomo di 43 anni di origini tunisine si è recato nell’attività dove ha ordinato del cibo pretendendo poi di allontanarsi senza pagare. Al suo rifiuto di consegnare quanto ordinato se prima non venisse saldato il conto, il 43enne ha sputato in faccia ad un dipendente colpendolo anche con un pugno al naso e dopo ha anche scavalcato il bancone tentando di impossessarsi della cassa contenente il denaro contante. Il dipendete non si è fatto intimidire riuscendo ad impedire che l’uomo si appropriasse della cassa ricevendo un altro pugno al volto. Scattato l’allarme, sono intervenuti gli agenti della Volante che ha rintracciato il 43enne che ha rifiutato di esibire a poliziotti i propri documenti richiesti opponendo un’attiva resistenza. A quel punto per lui è scattato l’arresto per i reati di tentata rapina, lesioni personali e resistenza a Pubblico Ufficiale. Il dipendente della pizzeria che ha fatto ricorso alle cure dei sanitari ha riportato lesioni giudicate guaribili in 10 giorni. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui