Durante una TAC ha risposto al telefono

Tac

Una situazione veramente imbarazzante, anche perché quando si fanno delle radiografie il telefono non si deve usare mai. Ma evidentemente questa telefonata era talmente importante che la donna che si stava sottoponendo alla Tac ha preso il suo smartphone ed ha risposto alla telefonata. Questo fatto è accaduto all’ospedale Cardarelli di Napoli:  la donna, eludendo le norme che impongono di non tenere con sé oggetti metallici durante l’esame, non ha rinunciato a usare il telefono, e non è chiaro se per una dimenticanza o per dipendenza da cellulare. Il risultato è stato che  l’immagine radiografica davanti alla quale si sono trovati i medici, degna di una film di fantascienza, è di quelle che rimandano a figure mitologiche avveniristiche, a metà tra l’uomo e la macchina, una sorta di cyber-donna. Si vede il cranio della donna con il telefono portato all’orecchio per rispondere a una chiamata. Naturalmente l’esame è stato sospeso e una ramanzina per la signora indisciplinata che si è giustificata parlando di una semplice dimenticanza. L’esame è stato ripetuto in condizioni regolari.

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *