Svoltasi la manifestazione del “Mare d’Inverno” di Fare Verde


Bandiere

Ha fatto tappa anche sulle spiagge del litorale pontino la manifestazione ambientalista “Il Mare d’Inverno” organizzata dall’associazione Fare Verde e giunta quest’anno alla 29esima edizione. Dopo le prime iniziative anche a Formia, Fondi e Terracina, il 2 febbraio c’è stata anche Sperlonga  con lo slogan “C’è un mare di plastica di cui possiamo fare a meno”, cittadini e volontari hanno pulito la spiaggia della Canzatora.  Si è svolta la seconda domenica della manifestazione che ha ottenuto il patrocinio della Commissione Ue – Rappresentanza per l’Italia, Camera dei Deputati, ministero dell’Ambiente e Guardia Costiera. A trarre un bilancio è il presidente nazionale di Fare Verde, Francesco Greco. Oltre alle bottiglie di plastica “ai primi posti nella hit-parade dei rifiuti rinvenuti dai nostri volontari sulle spiagge, spiccano quest’anno leretine per mitili, i bastoncini in plastica dei cotton-fioce il polistirolo. Inoltre abbiamo raccolto una grande varietà di oggetti che dovrebbero essere altrove e non certamente sugli arenili italiani”. I volontari di Fare Verde hanno fatto un censimento dei rifiuti raccolti. Tra gli oggetti ritrovati, numerosi contenitori di detersivo non più in commercio da anni a Rosolina Mare; ciabatte e tappi di plastica; una batteria di fuochi d’artificio e il serbatoio di un’autoclave a Terracina; i resti di un drone a Ladispoli; scarti di lavorazioni edilizie e mattonelle a Sperlonga.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *