Municipio di Aprilia
Municipio di Aprilia
Carabinieri nel luogo dell'attentato
Carabinieri nel luogo dell’attentato
Auto Costantino
Auto Costantino
Auto Costantino
Auto Costantino

 

Il 20 maggio un funzionario dell’Ufficio tecnico del Comune di Aprilia, l’ingegnere Corrado Costantino, è stato oggetto di un atto intimidatorio in quanto sono stati sparati contro di lui quattro colpi di pistola.  In base alle prime testimonianze la raffica sarebbe partita dalle mani armate di due individui giunti, in sella ad una moto, sotto il palazzo di vetro di piazza dei Bersaglieri ad Aprilia, sede di numerosi uffici municipali. La coppia sarebbe poi fuggita via a gran velocità. Fortunatamente a quell’ora la piazza era semideserta. Sotto choc i pochi testimoni dell’accaduto. Sul posto sono giunti i carabinieri del reparto territoriale di Aprilia. Effettuati i rilievi tecnici e si stanno esaminando anche le telecamere per la video sorveglianza per individuare qualche indizio utile per risalire agli autori di questo vile gesto intimidatorio. Un’impiegata dell’ufficio Tributi, al momento degli spari, stava uscendo dal palazzo per la pausa pranzo. La donna, terrorizzata, è tornata subito indietro. Scossi per quanto accaduto anche alcuni avventori del bar “Il quadrato” di piazza dei Bersaglieri che hanno assistito alla scena. L’ingegnere Costantino alle 14 si trovava ancora negli uffici dove si era intrattenuto con Vittorio Marchetti, assessore alle Attività produttive. Il funzionario, responsabile dei servizi tecnologici e cimiteriali del dipartimento Lavori pubblici, non si è accorto di nulla. Costantino è sceso in piazza quando lo hanno informato degli spari, poco dopo ha raggiunto la caserma dei Carabinieri mentre in piazza arrivava il sindaco di Aprilia, Antonio Terra, e altri amministratori comunali.  Al momento gli inquirenti non escludono ipotesi. Si batte sia la pista lavorativa che quella riconducibile alla spera privata dell’ingegnere di Cisterna. Comunque il gesto non ha lasciato indifferente il primo cittadino di Aprilia, Antonio terra che ha commentato con durezza questo attentato alla vita di un suo funzionario comunale: “Siamo profondamente turbati per questo gesto tanto grave quanto vile, commesso nei confronti del veicolo di proprietà di un nostro Funzionario. Esprimo, anche a nome di tutta l’Amministrazione comunale, solidarietà e vicinanza al nostro dipendente, che mi auguro possa ritrovare presto quella serenità che oggi due balordi hanno voluto sconvolgere. Confidiamo nel delicato lavoro degli investigatori di riuscire presto a individuare i responsabili e, com’è nostra abitudine, alle stesse forze dell’ordine diamo totale disponibilità e collaborazione affinché possano recidere queste metastasi criminali. Mi limito solo ad aggiungere che la nostra Amministrazione sin dal suo insediamento nel 2009 opera nel solco della legalità, della trasparenza e del rispetto dei doveri istituzionali; chi crede che tali vili gesti possano intimorirci, e in qualche modo persuaderci a deviare la rotta, si sbaglia. Al nostro Funzionario dico di andare avanti con serenità e rigore perché tutta l’Amministrazione gli è vicina”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui