Sinergia tra Ater e Questura di Latina con la firma di un protocollo

Ferracci e De Matteis
Ferracci e De Matteis

Due enti si sono uniti insieme per sottoscrivere un protocollo d’intesa: infatti la Questura di Latina e l’ATER Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale Pubblica della Provincia di Latina il 12 luglio scorso hanno stipulato un “Protocollo d’intesa per la prevenzione ed il contrasto alle occupazioni abusive di alloggi di edilizia residenziale pubblica”. Intento dell’iniziativa è quello di attuare una forte azione di contrasto alle occupazioni abusive, con lo scopo di affermare la legalità per mezzo di un’attività sinergica tra i vari enti coinvolti a garanzia dei diritti di chi attende l’assegnazione legittima di una alloggio di edilizia pubblica. Un tavolo tecnico ha individuato una prima serie di attività che hanno interessato un iniziale gruppo di n. 15 occupazioni abusive, per le quali decorsi i termini di legge ed in caso di mancato rilascio, si inizierà la pianificazione delle attività finalizzate agli sgomberi forzati. Oltre a tali procedimenti, sempre nell’ambito della stessa attività congiunta posta in essere, si è proceduto al recupero di n. 3 alloggi ATER, già abusivamente occupati da appartenenti al clan Ciarelli – Di Silvio, di cui 2 già assegnati ed uno in corso di assegnazione agli aventi titolo in graduatoria. Tali azioni, di fatto, hanno svolto una funzione “dissuasiva” per le nuove occupazioni abusive, tanto che l’ATER ha verificato che dal mese di luglio 2016 ad oggi, nel Comune di Latina sono rientrati nella disponibilità dell’ente, in via ordinaria, n. 9 ulteriori alloggi che erano stati occupati abusivamente e che gli stessi occupanti hanno spontaneamente liberato e riconsegnato: gli stessi sono già stati assegnati agli aventi diritto; inoltre, non si sono registrate nuove occupazioni senza titolo. Nei prossimi giorni partirà analoga iniziativa che interesserà n. 10 alloggi occupati abusivamente siti nel quartiere “Nicolosi”. Nello stesso tempo l’Ing. Ferracci ha citato lo studio di Nomisma sul fenomeno delle occupazioni senza titolo in Italia, dal quale emerge che il fenomeno nella provincia di Latina, pur restando preoccupante per l’intensità, è contenuto. Il Commissario ha illustrato alcuni dati partendo dal numero delle domande di alloggi erp nel comune di Latina, che ha raggiunto quota 1115, dal numero degli alloggi riassegnati a nuovi utenti che nel 2015 sono stati 77 sul territorio provinciale, a quello sulle “nuove” occupazioni abusive che nel 2015 sono state 36 delle quali 8 nel capoluogo. C’è una grande fiducia sul protocollo, soprattutto per quanto attiene la maggiore efficacia delle azioni di prevenzione e di recupereo degli alloggi grazie all’importante supporto delle forze di polizia. Il protocollo sottoscritto, primo caso del genere nel Lazio, si inserisce in un ampio quadro di collaborazione istituzionali che l’Ater ha messo in campo per rendere più efficace il contrasto alle occupazioni senza titolo. Alcuni mesi fa, era stato sottoscritto un protocollo con Acqualatina che, in attuazione del c.d. decreto Lupi, rendeva efficace il distacco delle utenze nel caso di occupazione abusiva.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *