Sigarette di contrabbando: maxi sequestro della Finanza al porto di Brindisi

Sigarette

Una importante operazione condotta dalla Guardia di Finanza a Brindisi in collaborazione con i funzionari dell’Agenzia delle Dogane,  che all’esito di controlli effettuati in ambito portuale, hanno sequestrato 3.900 chilogrammi di sigarette di contrabbando,  19.500 stecche sigillate all’interno di 390 scatole nascoste in  un autoarticolato e il carico di copertura (costituito da balle di fibra di lana di rocca). I militari e i funzionari doganali, in uno dei quasi 120 controlli eseguiti nel varco doganale di Costa Morena, anche con l’ausilio della tecnologia “scanner”, hanno individuato un autoarticolato con targa bulgara, proveniente dalla Grecia, al cui interno erano occultate le sigarette di contrabbando. Gli immediati accertamenti hanno permesso di appurare che il mezzo avrebbe dovuto imbarcarsi su una nave cargo diretta verso il porto di Ravenna. Il conducente, di nazionalità greca, è stato tratto in arresto e condotto presso la locale Casa Circondariale

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *