Sicurezza, arriva un finanziamento per la videosorveglianza a Sabaudia

Telecamere

Sono in arrivo a Sabaudia 50mila euro, a cui se ne aggiungono 33mila per implementare il sistema di videosorveglianza urbano. Il Comune ha infatti ottenuto il finanziamento regionale nell’ambito della concessione per “la promozione di interventi volti a favorire un sistema integrato di sicurezza nel territorio regionale”. Un lavoro meticoloso effettuato dall’amministrazione in collaborazione con la polizia locale e i tecnici comunali, che si è protratto per tutta l’estate. Con la somma totale di 83.911 euro si procederà ad interventi per la realizzazione ex novo, implementazione e sostituzione dei sistemi di videosorveglianza in città, in zone particolarmente sensibili, come incroci, strade di accesso al territorio comunale e nelle piazze principali del paese. Altre telecamere verranno posizionate in zone dove maggiormente avvengono illeciti in materia ambientale e attività di smaltimento illegale dei rifiuti. Inoltre verrà installata una telecamera nell’ingresso secondario delle scuole elementari e nelle vicinanze dell’asilo nido comunale, per la tutela dei minori, nonché per il controllo di atti delittuosi, quali furti e danneggiamenti a danno delle scuole. Obiettivo finale sarà rendere sicura Sabaudia mediante il monitoraggio delle strade di accesso alla città e il controllo dei punti più sensibili, aumentare la vivibilità del territorio, prevenire e contrastare i fenomeni di inciviltà urbana e di criminalità. Ha commentato il sindaco Giada Gervasi: “Si tratta di una prima parte di un progetto più complesso e articolato finalizzato alla copertura totale del territorio comunale, in linea con gli intenti programmatici. Questo finanziamento regionale ci offre l’opportunità di intervenire su un sistema già attivo, ma che necessita inevitabilmente di un potenziamento generale per il raggiungimento degli obiettivi di sicurezza e incolumità pubblica. Il prossimo step sarà attrarre finanziamenti e stanziare budget per l’implementazione della videosorveglianza nelle periferie: il consigliere delegato Minervini e i dipendenti, che ringrazio per il lavoro finora svolto, sono già all’opera, anche nel ricercare ulteriori bandi di finanziamento promossi dai diversi Enti. Nel piano triennale delle opere pubbliche è stata inserita, inoltre, un’apposita voce con la previsione di stanziamenti per un totale di 200mila euro. Somma importante che consentirà di arrivare all’implementazione di appositi sistemi integrati di video-ripresa anche nei borghi, nelle frazioni e nelle strade periferiche, coprendo interamente tutto il territorio comunale.”

 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *