Si è finto finanziere per non pagare: arrestato

Arsenale

Il 13 gennaio scorso due Carabinieri fuori servizio hanno fermato un uomo nella stazione di Formia con le accuse di detenzione illegale di munizioni da guerra e possesso di segni distintivi contraffatti. L’arresto del 43enne, di origini romane ma residente nel comune di Formia.  I due militari erano su un treno della linea Roma-Napoli quando hanno notato il 43enne qualificarsi quale appartenente alla Guardia di Finanza al controllore dei titoli di viaggio. Dato l’atteggiamento poco convincente e anomalo dell’uomo, che si esprimeva anche con frasi sconnesse, e apprendendo che era in procinto di scendere alla stazione di Formia, i Carabinieri liberi dal servizio hanno chiesto l’intervento dei colleghi della stazione di Formia.  Presso lo scalo ferroviario formiano si è recato subito un equipaggio del locale Norm che ha bloccato l’uomo identificandolo. Nel corso della perquisizione personale nei confronti del 43enne i Carabinieri hanno rinvenuto una pistola revolver mod. ruger speed sex cal. 357 magnum e munizioni dello stesso calibro, queste ultime illegalmente detenute, nonché un tesserino di riconoscimento della Guardia di Finanza risultato falso.  I successivi accertamenti nella sua abitazione hanno permesso di trovare anche 52 cartucce cal. 9 parabellum illegalmente detenute. Le armi e le munizioni sono state sottoposte a sequestro mentre l’uomo arrestato è stato condotto presso la propria abitazione ai domiciliari così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

 

 

 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *