Sermoneta si sta dotando della banda ultra larga: lavori in corso

Sermoneta
Sermoneta

Sermoneta si sta dotando della banda ultra larga per un veloce collegamento per l’utilizzo di Internet e come già annunciato dal sindaco nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale, entro dicembre dovrebbe essere completata la distribuzione della linea internet veloce in tutte le borgate di Sermoneta fino al centro storico. Per ora è stato posato il cavo e giuntato il tratto da borgata Carrara fino al Centro Storico ed ampliato le due centrali del Comune di Sermoneta, la fase attualmente in corso è l’ampliamento della distribuzione. Il Comune è rientrato nella graduatoria della Regione Lazio per l’installazione della fibra ottica, una vera e propria svolta nelle telecomunicazioni. Le reti a banda ultra larga rappresentano un fattore chiave per lo sviluppo della società dell’informazione e sono una condizione necessaria per la crescita economica e sociale di un territorio. Sermoneta fa parte del “Programma Lazio 30Mega”, regolamentato dall’Accordo Quadro tra la Regione Lazio e il Ministero dello Sviluppo Economico, che prevede di costruire e mettere a disposizione degli operatori delle telecomunicazioni le infrastrutture abilitanti l’offerta di servizi basati su connettività di almeno 30 Mbps. I cittadini avranno la possibilità di poter avere la banda larga a casa. La tecnologia è la Ftth (Fiber to the home), che porta la fibra ottica fin dentro l’abitazione dell’utente. L’Italia è molto indietro, non raggiunge il 21% della copertura a 30 Mbps, oltre il 40% in meno rispetto alla media europea (64%), e solo nel 2016 si dovrebbe raggiungere il 60%: un ritardo di almeno tre anni sul resto dell’Unione. Sermoneta rientrerà in quella piccola percentuale di territorio coperto dalla fibra ottica. Ha spiegato il sindaco Claudio Damiano  “Abbiamo rotto tanto le scatole, alla fine abbiamo ottenuto questo fondamentale servizio un grande traguardo che pone Sermoneta all’avanguardia, con ricadute positive per cittadini ed operatori economici, in attesa della fine dei lavori”.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *