Guardia di Finanza

E’ stata scoperta una maxi frode fiscale del valere di 600 milioni di euro a seguito di false fatturazioni nel commercio di carburanti scoperta dalla Guardia di Finanza e dalla procura di Vicenza, che hanno smantellato un’organizzazione internazionale con base nel vicentino. Nove le misure cautelari personali e un sequestro da 100 milioni di euro, in cui è finita anche una villa a San Felice Circeo. I finanzieri di Vicenza hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal gip, nei confronti anche di un commercialista dei Parioli, romano e residente all’estero. L’indagine è stata avviata in seguito ad una specifica analisi di rischio nel settore del commercio dei prodotti petroliferi, anche attraverso l’esame della documentazione contabile e fiscale e operazioni tecniche di intercettazione. Nella struttura della frode rivestiva importanza la disponibilità di due diversi depositi di carburante. Tra gli immobili sequestrati dalla finanza c’è anche appunto una villa al Circeo che, secondo la finanza, era stata fittiziamente intestata a una società di diritto statunitense con sede nel Delaware, amministrata da una società cipriota riconducibile a uno degli indagati, il commercialista romano Franco Ortenzi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui