hutellaNutella. Esta Thè. Fiesta. Pocket Coffee. Mon Cheri. Rocher. Ovetto Kinder. Non stiamo parlando di cibi, di dolci o di prelibatezze – per quanto lo sono – ma di alcuni dei prodotti che Michele Ferrero ha prodotto grazie al suo genio e alla sua azienda dal 1946 ad oggi. Michele Ferrero è morto. Aveva 89 anni. Il suo cognome resterà legato in maniera indelebile ai prodotti che egli con la sua azienda ha prodotto e portato al successo . Stiamo parlando di un uomo di cui tutti i suoi dipendenti parlano bene, commossi, grati. E non facile in una società figlia di sindacati sentir lodare il padrone. Ma c’è un aspetto, tra i tanti, che i servizi ai telegiornali hanno taciuto: la sua lucida fede cattolica. Alla quale lo stesso Ferrero attribuiva i meriti del successo. michele-ferrero_ok_1249664Fu lui stesso a dire “Il successo della Ferrero lo dobbiamo alla Madonna di Lourdes, senza di Lei noi possiamo poco”. Infatti andava regolarmente a Lourdes in pellegrinaggio e li organizzava per i suoi dipendenti. Questo dovrebbe tuonare (non suonare) contro tutti i benpensanti (che però pensano male e agiscono peggio) che sostengono – e agiscono – contro la religione cattolica rea, a loro dire, di tutti i mali di questo Paese. Questo è, ovviamente, solo un esempio (tra i tanti), ma uno dei più luminosi ed evidenti di come la religione cattolica, così indissolubilmente legata all’Italia e alla sua storia, sia solo e soltanto una risorsa. Con buona pace di chi si spende per sradicarla.

admin
Author: admin

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui