banner 728x90
Gioielleria di Ferretti

Il gioielliere Daniele Ferretti di 69 anni è stato scagionato dall’accusa di omicidio che è costato la vita a Simone Berardi di Aprilia di 43 anni che insieme ad altri due complici ha tentato di fare una rapina all’interno della gioielleria che il Ferretti gestiva insieme alla moglie. L’attività è stata chiusa per cessazione di attività alla fine dell’anno scorso. La sequenza ricostruita grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza ha permesso agli inquirenti di stabilire che il Ferretti 69 anni agì in presenza di un pericolo grave e attuale per sé e per la donna, nel timore di poter essere uccisi. La Procura ha chiesto l’archiviazione mentre ai malviventi è stato contestato il reato di tentato omicidio in concorso, tentata rapina e porto abusivo di armi. Ferretti da subito aveva raccontato agli investigatori che uno dei due rapinatori era già andato in negozio fingendosi cliente e che è stata la moglie a sbloccare la porta della gioielleria quando lui è tornato, avendolo riconosciuto. Daniele Ferretti era sul retro e quando si è accorto che si trattava di una rapina ha impugnato la pistola regolarmente detenuta intimando ai due di arrendersi. Il gioielliere aveva anche riferito di aver reagito dopo che il rapinatore aveva sparato in direzione di sua moglie.

 

banner 728x90