SAN MARTINO DI TOURS Vescovo

San Martino di Tours

Martino nacque a Sabaria in Pannonia (oggi Szombathely, Ungheria) intorno al 316 d.C, il padre, ufficiale dell’esercito romano, lo consacra al dio della guerra Marte. Ma a 10 anni si iscrive ai catecumeni con l’opposizione dei genitori. Ma purtroppo dovette abbracciare la carriera militare per ordine del padre a  15 anni. Obbedisce mal volentieri ma ecco che a 18 fa un incontro che gli cambia la vita: era ufficiale ad Amiens ed incontra sulla sua strada un mendicante, e  senza pensarci su due volte, prese la sua spada e taglio in due il suo mantello e la parte la diede al mendicante stesso. Durante la notte apparve in sogno Gesù che gli fece recapitare intatto il suo mantello. Decide quindi di farsi battezzare e lascia subito dopo la carriera militare per seguire le orme del Maestro. ). Dopo alcuni viaggi Martino torna in Gallia, dove viene ordinato prete da Ilario di Poitiers nel 354. Nel 361 fonda a Ligugé una comunità di asceti, che è considerata il primo monastero databile in Europa, una comunità semi eremitica che lui stesso inviava i suoi monaci ad evangelizzare le campagne circostanti. Nel 371 viene eletto vescovo di Tours e si dedica ad una intensa attività pastorale. Per qualche tempo, tuttavia, risiede nell’altro monastero da lui fondato a quattro chilometri dalla città, e chiamato Marmoutier. Si impegna a fondo per la cristianizzazione delle campagne. Muore a Candes nel 397.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *