banner 728x90
San Camillo De Lellis
Don Luigi Ruggero

Una frase che spesso soleva ripetere San Camillo ai suoi frati era questa “”Più cuore in quelle mani, fratelli, più cuore”. Infatti il 13 luglio, alle ore 19,00, ci sarà la possibilità di confrontarsi sull’uomo e la questione della salute tenendo a mente chi era l’abbruzzese San Camillo De Lellis. Nella sala conferenze dell’Ospedale Dono Svizzero di Formia ci sarà il seguente programma:

Programma

18, 30 Accoglienza

19,00 Inizio lavori

– Saluti istituzionali:

Dott. Giorgio Casati, Responsabile ASL Latina

Dott. Marina Capasso, Responsabile della Direzione Ospedale Dono Svizzero di Formia

Relatori:

– Introduzione al Convegno di Don Luigi Ruggiero, Cappellano Dono Svizzero di Formia

– S.E. Mons Luigi Vari, Arcivescovo di Gaeta – “San Camillo profeta della sanità”;

– Dott. Giovanni D’Angio – “L’ammalato nel 500: la sua psicologia”;

– Ins. Angela Treglia – “San Filippo Neri e la pedagogia educativa del 500″;

– Dott. Maurizio Tallerini – Salute e alimentazione nel 500”;

– M° Gabriele Pezone – “La medicina dell’anima: La musica a Roma nel 500”;

concluderà i lavori il sindaco di Formia dott. Sandro Bartolomeo

Moderatore : Pietro Zangrillo, giornalista e scrittore.

Durante il convegno ci sarà la lettura di poesie del libro “Gente di Mare” e l’intervento del Coro “Città di Formia”

Ci sarà anche una vendita ad offerta di dolci per una raccolta fondi pro Croce Rossa- Comitato Sud Pontino per l’acquisto della nuova ambulanza.

Sono invitati al convegno: Medici, Paramedici, Infermieri, Volontari Ospedalieri e   …. persone di buona volontà.

Il 14 luglio alle ore 10,30 ci sarà la S. Messa celebrata nella Cappella “San Camillo” dell’Ospedale Dono Svizzero di Formia

banner 728x90