Questura di Latina

A Borgo Sabotino nella mattinata del 26 maggio una donna ha parcheggiato l’auto ed è scesa con l’intenzione di fare il giro della vettura e sganciare dal seggiolino il figlioletto di pochi mesi. Ma si è accorta subito dell’errore: aveva chiuso lo sportello lasciando le chiavi dell’auto all’interno, senza possibilità di riaprire. La donna si è subito spaventata e presa dal panico ha iniziato a gridare e a chiedere aiuto perché l’auto era esposta al sole e il piccolo era ancora legato al seggiolino sul sedile anteriore. In quel momento si trovava in zona uno dei poliziotti della Scientifica della questura di Latina, che vedendo la signora in difficoltà è intervenuto per rassicurarla. L’agente ha rotto il deflettore dello sportello posteriore ed ha riaperto lo sportello liberando il bambino che è potuto tornare nelle braccia delle mamma. All’agente è arrivato il plauso dei superiori e del questore Michele Spina.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui