Pontina

Le due opere infrastrutturali Roma-Latina e la bretella Campoverde-Cisterna-Valmontone sono state inserite tra le opere prioritarie nel Decreto semplificazione approvato dal Consiglio dei Ministri. Un passaggio che sembra rendere più a portata di mano l’apertura dei cantieri per quelle che da tempo sono considerate infrastrutture fondamentali per il territorio pontino. Hanno commentato il segretario provinciale del partito Claudio Moscardelli e i consiglieri regionali Enrico Forte e Salvatore La Penna:  “Il Pd esprime grande soddisfazione per aver ottenuto l’inclusione dell’infrastruttura completa tra le opere prioritarie. La necessità di rilanciare gli investimenti e di sostenere la nostra economia per la ripresa da questa crisi drammatica ha determinato la decisione del Ministro Paola De Micheli di procedere con la nomina di commissari straordinari per opere infrastrutturali da realizzare il più velocemente possibile, con molti miliardi di euro di investimenti. L’opera intera così sarebbe interamente finanziata. L’intervento ha un impatto decisivo per il nostro territorio, sede del primo polo farmaceutico d’Italia. Costituirà un motore di sviluppo economico formidabile favorendo la mobilità di merci e di persone con l’aggancio al corridoio europeo dell’Autostrada A1”.  Ha commentato il consigliere regionale di Forza Italia Giuseppe Simeone:  “Prendo atto del fatto che il Corridoio intermodale Roma-Latina rientra tra le 36 opere commissariate elencate nel piano di infrastrutture collegato al decreto semplificazioni. Il provvedimento varato dal Consiglio dei Ministri è assolutamente indispensabile per far ripartire l’economia del nostro Paese. E’ una notizia importante dal momento che queste opere prioritarie saranno realizzate attraverso un commissario straordinario e dunque con una procedura molto più celere rispetto al normale iter realizzativo. Il decreto infatti prevede che alcune opere pubbliche vengano sbloccate con una sorta di ‘corsia preferenziale’ ispirandosi al ‘modello Genova’ e l’autostrada Roma Latina e la Bretella Cisterna-Valmontone per fortuna sono tra queste opere che godranno di un iter procedurale più semplice. Occorre recuperare al più presto un enorme ritardo accumulato per far uscire il territorio della provincia di Latina dall’isolamento infrastrutturale in cui è precipitata. L’opera diventa fondamentale per un’economia locale penalizzata da una statale Pontina inadeguata, con numerose aziende che decidono di delocalizzare e abbandonare per mancanza di collegamenti e infrastrutture adeguate”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui