Rocca Massima e la DOP Olive di Gaeta

Olive di Gaeta

Una grande soddisfazione c’è stata nel comune di Rocca Massima, che è inserita nel territorio della reale della DOP Gaeta, di cui ha ricevuto il riconoscimento da pochi giorni. Infatti c’è stato grande entusiasmo per il sindaco, l’amministrazione e gli olivicoltori di Rocca Massima per l’atteso e sperato riconoscimento del marchio DOP dell’Oliva di Gaeta. Il comune più alto dei Lepini, infatti, non solo è tra i 44 ricompresi nella reale di produzione ma è anche tra i maggiori produttori in assoluto della particolare e gustosa oliva nota in tutta Italia e all’estero. Dallo scorso 15 dicembre, infatti, l’Oliva di Gaeta entra a far parte delle 288 denominazioni di origine Italiane riconosciute dall’Unione Europea fregiandosi del marchio D.O.P. rappresentato dal bollino dalla grafica gialla e arancione. Ha commentato il sindaco di Rocca Massima Angelo Tomei:  “Si tratta di un riconoscimento importante  che premia circa dieci anni di lavoro di squadra insieme alle nostre aziende, agli imprenditori agricoli e al presidente del Consorzio per la Tutela e la Valorizzazione dell’oliva di Gaeta Dop, Maurizio Simeone, che ringrazio. Una grande opportunità di visibilità e lustro per il nostro territorio che costituisce l’habitat ideale dove coltivare, con tecniche tradizionali, questo particolarissimo prodotto apprezzato in molti paesi del mondo e che finalmente entra a pieno titolo tra le eccellenze italiane con sicuri effetti positivi sull’economia locale, sia dal punto di vista agricolo che turistico”.
Dunque una lunga e difficile battaglia vinta che ora apre nuovi scenari tutti da saper cogliere. Per questo è già stata convocata la prima assemblea pubblica che si terrà giovedì prossimo alle ore 17,00 presso l’edificio scolastico in via delle Ficorelle a Rocca Massima.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *