Casa di riposo

E’ un incontro che è stato chiesto dalle organizzazioni sindacali di Cgil Spi, Cisl Fnp e Uil pensionati per fare il punto sulla ripresa dei contagi covid nelle Rsa del territorio pontino. Alla riunione in videoconferenza hanno partecipato Belardino Rossi, direttore responsabile del distretto sanitario della Asl LT 1, il sindaco di Cori Mauro De Lillis, l’assessora alle Politiche sociali del Comune di Aprilia Francesca Barbaliscia di Aprilia, l’assessora Cochi del Comune di Cisterna e i rappresentanti sindacali di categoria. Si è analizzato il caso dellaRsa di Cori, dove si sono registrati nelle scorse settimane ben 46 casi positivi tra ospiti e personale. Una situazione che ha allarmato i sindacati dei pensionati e per la quale sono stati chiesti chiarimenti al responsabile della Asl sull’effettivo rispetto delle norme igienico-sanitarie da parte della proprietà e degli operatori. La risposta ricevuta dal direttore sanitario della Asl LT 1 evidenzia come non ci sono state anomalie in merito, ma il totale rispetto dei protocolli di sicurezza Covid-19. E’ stata ribadita l’importanza di seguire in maniera più stringente queste procedure per evitare che il virus si diffonda ulteriormente, tenuto conto che nella Rsa Cori, come in altre, è possibile fare affidamento solamente sui dati riferiti dalla proprietà e dalla Asl competente. Hanno sottolineato i rappresentanti dei sindacati: “Una problematica da non minimizzare è l’assenza o quasi di contatti con gli affetti familiari degli ospiti delle Rsa, per questo Uilp-Spi e Fnp chiedono che vengano agevolate le visite dei familiari degli ospiti, già provati dalla condizione di disagio psicologico e fisico in cui gravano, sempre nel rispetto dei protocolli di sicurezza.” Si è discusso inoltre sull’ipotesi di trasformazione della Rsa di Cori in una Rsa Covid come dichiarato dal direttore generale della Asl di Latina Giorgio. Casati durante la conferenza dei sindaci del 9 novembre scorso. La maggior attenzione da destinare all’assistenza domiciliare è stata prerogativa di tutti i presenti. L’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Aprilia ha sostenuto l’opportunità diinvestimenti da destinare all’assistenza domiciliare per limitare per quanto possibile il ricovero nelle Residenze Assistenziali per Anziani. Il sindaco di Cori si è reso disponibile a ulteriori incontri per seguire insieme ai sindacati dei pensionati l’evolversi della situazione all”interno della struttura. I sindacati da parte loro chiedono di essere più partecipi di queste situazioni e chiedono anche il coinvolgimento delle categorie sindacali che seguono i lavoratori del settore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui