Sommozzatori

Le zone del Sud Pontino, in particolare Castelforte e Santi Cosma e Damiano, continuano ancora a riservare soprese dal punto di vista di ritrovamenti storici. Infatti il Nucleo Subacquei dei Carabinieri di Roma, su richiesta della Soprintendenza archeologica delle province di Frosinone, Latina e Rieti, ha effettuato operazioni di ricerca nel Sud Pontino, proprio all’interno del fiume, nel tratto compreso tra i due comuni. Le operazioni di immersione e ricerca, che hanno interessato vari punti del fiume, hanno consentito di portare alla luce alcuni reperti storici risalenti verosimilmente agli inizi del Novecento ed al secondo conflitto mondiale. In particolare sono stati recuperati: un’ancora antica, un porta maschera antigas in ferro, un contenitore caricatori a nastro di un mitragliatore e una valigetta di munizioni in dotazione all’esercito tedesco, una gavetta in alluminio in dotazione all’esercito americano, un frammento di un pontile utilizzato per attraversare il fiume nel secondo conflitto mondiale, alcuni colpi di mortaio all’interno di una cassetta, in buono stato di conservazione, di produzione inglese del 1941 e due ancore di imbarcazioni risalenti agli inizi del Novecento. Tutti i reperti verranno visionati da esperti della Soprintendenza, che potranno stabilire con certezza la precisa epoca di appartenenza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui