Riscuote la pensione del suocero morto: denunciata dai Carabinieri

Carabinieri

Truffa avvenuta in quel di Gaeta: i Carabinieri hanno eseguito il sequestro preventivo di un libretto postale sul quale veniva accreditata la pensione non più dovuta per morte del beneficiario. I militari hanno riscostruito la truffa operata da una casalinga 57enne  che da oltre tre anni riusciva ad incassare la pensione sociale e quella di invalidità civile che l’Inps erogava a favore del suocero, morto nell’ottobre del 2014. La donna, infatti, guardandosi bene dal comunicare l’avvenuto decesso del congiunto ed essendo co-intestataria del libretto postale sul quale venivano accreditati i soldi, continuava ogni mese a prelevare l’intera somma di denaro utilizzando la carta postamat in suo possesso. Il danno erariale è stato stimato in circa 50 mila euro.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *