Rinviato a giudizio Cestra per l’accusa di due omicidi in carcere

Carcere di Frosinone

Sta scontando la condanna a 18 anni di reclusione per l’assassinio di Anna Vastola, avvenuto a San Felice Circeo durante una rapina, e ora è stato rinviato a giudizio per due omicidi avvenuti nel carcere di Frosinone. Daniele Cestra, 42 anni di Sabaudia, è statoè accusato di aver strangolato due detenuti compagni di cella, Giuseppe Mari e Pietro Paolo Bassi, facendo credere che si fossero impiccati da soli. La vicenda risale a tre anni fa quando la Procura, a seguito del secondo decesso avvenuto con le stesse modalità del precedente, ha cominciato ad indagare. Il medico legale che effettuò l’autopsia sostenne, proprio per i segni che riportava la vittima sul collo, che si era trattato di strangolamento e a  quel punto era stata chiesta la riesumazione della salma del primo detenuto ucciso. Il 13 settembre  nel corso dell’udienza preliminare, l’uomo è stato rinviato a giudizio. E’ stata negata una perizia medico legale sull’assassino e sulle vittime e il 42enne di Sabaudia comparirà davanti alla Corte d’Assise del tribunale di Frosinone il prossimo 16 dicembre.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *