Riaperta la Pontina nei pressi di Terracina dove c’è stata la voragine

Pontina

Nella mattinata del 19 aprile è stata riaperta la Pontina a Terracina nel tratto interdetto al traffico nei pressi del chilometro 97.700 dove lo scorso novembre si era aperta una profonda voragine che aveva inghiottito l’auto dell’imprenditore Valter Donà.  A meno di cinque mesi dalla tragedia del 25 novembre che ha sconvolto nuovamente, la comunità di Terracina l’importante arteria diventa nuovamente percorribile. La conferma della riapertura era stata data anche dal Comune di Terracina dopo l’ordinanza emessa da Anas, che dal febbraio scorso dopo il passaggio di gestione è di nuovo responsabile dell’arteria.  Qualche minuto dopo le 11 del 19 aprile, la Pontina è stata riparta al traffico in entrambi i sensi di marcia, dal chilometro 97 al 98.100, tratto che era stato chiuso proprio in seguito al cedimento di un attraversamento idraulico, causato dal maltempo. I cantieri dell’Anas erano stati aperti il 18 marzo scorso; per i lavori erano stati previsti 45 giorni. Un fitto cronoprogramma per gli interventi, che hanno richiesto un investimento di 350mila euro, per ripristinare la viabilità che sono terminati in anticipo ponendo fine ad una lunga attesa.  Il transito da oggi è regolarmente consentito in entrambe le direzioni senza limitazioni. Nei prossimi giorni, fanno sapere da Anas, saranno eseguiti alcuni interventi di finitura senza interferenze sul traffico. Alla riapertura dell’arteria era presente  anche il sindaco di Terracina Nicola Procaccini che ha deposto un mazzo di fiori in ricordo di Valter Donà, che risulta tutt’ora disperso. La strada era passata alla gestione Anas il 21 gennaio 2019, nell’ambito dell’iter per la riclassificazione circa 684 km di strade regionali e provinciali nel Lazio:  “Anas aveva quindi immediatamente avviato la progettazione dei lavori di ripristino del tratto interessato dal cedimento e aveva trasmesso il progetto per i pareri di competenza agli Enti locali. Anche le procedure di affidamento all’impresa esecutrice si sono concluse in breve tempo grazie ad un accordo quadro già aggiudicato da Anas in precedenza. Anas aveva quindi avviato le attività di cantiere lo scorso 18 marzo. Dopo la presa in gestione della Pontina, Anas ha inoltre previsto un piano di manutenzione straordinaria. Recentemente sono iniziati lavori di risanamento profondo del piano viabile per un investimento di oltre 8 milioni di euro. A seguire saranno appaltati altri 9 milioni sempre per risanamento del piano viabile e 5 milioni per ammodernamento delle barriere di sicurezza e ripristino pertinenze stradali.”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *