Incontro

E’ stata raggiunta l’intesa per i 50 lavoratori  dei servizi in appalto della Gelit di Cisterna: i lavoratori e le lavoratrici che sono stati licenziati dalla ditta uscente potranno continuare a lavorare nel sito industriale. Questo è stato il risultato di una lunga trattativa condotta da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil che hanno siglato un accordo che salvaguarda in pieno i livelli occupazionali, nonostante l’esubero annunciato da parte della società subentrante, la Conit srl.  Tutti i lavoratori saranno riassunti a tempo indeterminato e salvaguardati, non avranno perdite di salario, manterranno le stesse condizioni di contratto di lavoro compresa l’anzianità. Nella giornata del 3 gennaio si è’ svolta l’Assemblea dei lavoratori nel corso della quale sono stati illustrati  i contenuti dell’intesa. Hanno spiegato le sigle sindacali:  “L’accordo raggiunto arriva in un momento difficile per la crisi pandemica, dove la responsabilità delle parti diventa il valore aggiunto, un risultato che ripristina il giusto clima all’interno del sito industriale, il confronto, le giuste e corrette relazioni sindacali. Le nostre segreterie territoriali saranno impegnate a monitorare e seguire il nuovo appalto affinchè le 50 famiglie abbiano continuità con un contratto a tempo indeterminato, come sottoscritto nel verbale di accordo raggiunto.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui