Quello di cui hanno bisogno le campagne ideologiche

Bildschirmfoto-2015-05-11-um-15.39.51-860x360-1431351578Quando la fantasia supera la realtà. Ma non è il commento ad un’opera letteraria o all’ultimo cartone animato della Disney; bensì il perplesso interrogativo sulla fatica che le organizzazioni omosessuali stanno facendo per spacciare per vere e normali le loro teorie. Altrimenti non si spiega perché debbano andare oltre la loro solita strategia di marketing, che prevede – tra le altre cose – quella di costituirsi come vittime perseguitate di un sistema cattivo, che per divenire buono deve discriminarle. Infatti quello che preme a questi signori non è l’eguaglianza tra individui, ma quella di essere più diversi degli altri, quindi tutelati ad hoc. La notizia che apprendiamo oggi è piuttosto surreale e piuttosto ridicola, da riderci sopra; il problema è che costoro con queste ridicolaggini ci stanno costruendo un sistema dittatoriale. Il sito del settimanale tedesco Junge Freiheit riporta come a Vienna, in occasione del prossimo Euro Vision Song Contest siano stati predisposte delle modifiche ai pannelli dei semafori. Come si vede dalla foto, infatti, in circa cinquanta località non ci sarà più il classico omino rosso, verde o giallo, ma una coppia omosessuale. Sembra che, ma non cambia la questione, ci saranno anche pannelli con coppie eterosessuali perché, ed è questa la motivazione ufficiale, si sono resi conto che i pedoni ignorano la segnaletica stradale tradizionale e vogliono provare se mettendo immagini con delle coppie l’effetto cambia. Motivazione risibile. Resta la preoccupazione che si stiano alzando sempre più i toni per imporre qualcosa che la maggioranza delle persone, nonostante tutto, non vuole accettare.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *