Quello che (forse) sappiamo e regolarmente ignoriamo

EUROHo sempre creduto che la crisi economica in cui siamo bloccati e di cui siamo vittime non è la conseguenza dell’errore di qualcuno. Così come ho sempre avuto l’idea che quando ai potenti di turno la cosa sarebbe convenuta, ecco che la crisi sarebbe finita. Ne sono ancora convinto. Leggendo Governo globale di E. Perucchietti e G. Marletta (Arianna Editrice) ne ho avuto l’ennesima conferma: “Siamo sull’orlo di una trasformazione globale. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è la “giusta” crisi globale e le nazioni accetteranno il Nuovo Ordine Mondiale.” [David Rockfeller] Quello che accade è frutto di una volontà a noi ignota che si esercita anche con l’ignoranza, la debolezza e la sudditanza di chi governa i singoli stati. Diventa così stucchevole e ridicolo leggere tutte le analisi su come uscire dalla crisi grazie a questa o quella manovra. È evidente che non sarà la manovra di turno a salvare l’Italia, perché il salvataggio dell’Italia non avviene grazie a quella manovra, ma grazie ad altre manovre che si decidono lontano dal nostro Paese. L’alternarsi dei governi e tutte le discussioni che esse si portano dietro, sono solo il contentino, la ‘droga’, per mettere a tacere ogni sospetto e illudere i cittadini, e gli stessi politici, di essere gli artefici del proprio destino e non i burattini inconsapevoli di un triste spettacolo.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *