Pronto soccorso del Goretti in gravi difficoltà

ospedale-Santa-Maria-Goretti-di-Latina630La chiusura del reparto che ospitava i detenuti, al Santa Maria Goretti di Latina, è stata l’ultima conferma delle difficoltà dell’ospedale, e in particolare, della grave mancanza di personale medico. La scorsa settimana, infatti, l’unica persona ricoverata nel reparto penitenziario, è stata trasferita a chirurgia generale, insieme agli altri pazienti. Il reparto di detenzione, situato al sesto e ultimo piano del nosocomio, è stato chiuso. Indiscrezioni parlano di una decisione che potrebbe essere dovuta alla mancanza di fondi dell’Asl pontina, che non sarebbe in grado di pagare le ore di straordinario del personale addetto al reparto. Il pronto soccorso, però, vive da tempo e quotidianamente, una situazione di grave emergenza. Il numero di accessi giornalieri è altissimo, le ore di attesa per i casi meno gravi sono lunghissime, e il personale medico (medici e infermieri) ridotto all’osso. Dato, questo, certificato anche dai Nas nell’ispezione fatta in ospedale Mercoledì scorso. Le condizioni di difficoltà aumentano perchè la struttura del pronto soccorso è troppo piccola per ospitare un così elevato numero di pazienti e malati, spesso “abbandonati” su letti o barelle di fortuna, in stanze sovraffollate. Un problema che, per un ospedale con un Dea di II livello, è inappropriato e ingiustificato.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *