Riunione

E’ stato fatto il punto della situazione delle infrastrutture, le prospettive, gli interventi programmati, i tempi dal prefetto di Latina Maurizio Falco con i vertici dell’Anas per comprendere la situazione attuale delle arterie più importanti della provincia, prima fra tutte la via Pontina: “Lo scenario è di speranza per il rilancio dell’economia, ma anche di preoccupazione per il fatto che le infrastrutture viaria rimangano le stesse. Le strade di questo territorio attendono da troppo tempo un miglioramento. Ora abbiamo di fronte la prospettiva della prossima estate, quando la provincia, come prevediamo, sarà presa d’assalto dai flussi turistici. E’ necessario dunque capire come intende muoversi Anas e inaugurare una cabina di regia per monitorare la situazione dei prossimi mesi. Lo faremo attraverso questo agile tavolo di confronto con Anas e con la polizia stradale di Latina”. Si inaugura un metodo in prefettura improntato sulla condivisione, affinchè tutti gli interventi a breve, medio e lungo termine, possano arrecare il minor danno possibili agli utenti. L’ Anas dal canto suo ha programmato per il 2021 interventi per 50 milioni di euro. Le strade interessate, come ha spiegato Pietro Gualandi, area gestione rete Lazio, saranno la Pontina, la 156 Monti Lepini, l’Appia e la 699. La priorità sarà data alle opere di pavimentazione, che sulla Pontina saranno eseguite di notte, il rifacimento delle barriere, la segnaletina verticale e orizzontale, la pulizia dei rifiuti e la potatura dei pini soprattutto lungo la via Appia. Ha puntualizzato Marco Moladori, responsabile della struttura territoriale Lazio di Anas: “Avremo una cabina di regia permanente. Questo significa che tutti i soggetti si coordineranno per limitare i disagi agli utenti delle strade della provincia di Latina. Le opere partiranno dopo Pasqua e ci prenderemo questo tempo per organizzare e programmare”.Ha aggiunto il comandante della Polstrada Gian Luca Porroni: “Ci sarà un aumento esponenziale del traffico sulle arterie del territorio nei mesi estivi. E’ necessario adeguare il manto stradale, soprattutto nel tratto particolarmente ammalorato della Pontina tra Boergo Piave e Aprilia. Nei mesi estivi, come già accaduto in passato, incrementermo anche la presenza del nostro personale soprattutto nella zona zona centro meridionale della provincia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui