Presentazione risultati “Quarta Campagna nazionale di tutela Ambientale” e inaugurazione del “Laboratorio di Analisi Ambientali” della Guardia Costiera alla presenza del Ministro Gian Luca Galletti

De Grazia
Motovedetta

Un evento importante per  il Corpo delle Capitanerie di Porto perché giovedì 23 marzo alle ore 11:00, presso la sede della Capitaneria di porto di Roma, in Fiumicino, in viale Traiano 37, alla presenza del Sig. Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Gian Luca Galletti, e del Comandante Generale delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Vincenzo Melone, verranno presentati alla Stampa i dati della Quarta Campagna Nazionale Ambientale”, condotta su tutto il territorio italiano dagli uomini e donne della Guardia Costiera. La conferenza stampa, alla presenza del dicastero di riferimento, rappresenterà un momento importante in cui saranno illustrati i risultati conseguiti dalla Campagna nazionale in materia di tutela e salvaguardia dell’ambiente. Nel corso dell’evento sarà inaugurato il nuovo Laboratorio di Analisi Ambientali della Guardia Costiera, istituito presso la Capitaneria di porto di Roma e intitolato alla memoria del Capitano di Fregata (CP) Natale De Grazia, Ufficiale del Corpo e figura dallo spiccato acume investigativo che, collaborando con la Procura di Reggio Calabria, ha condotto complesse investigazioni ambientali nel settore dei traffici illeciti operati da navi mercantili.

Chi era Natale De Grazia?

Nasce a Catona (RC) il 19 Dicembre 1956. Consegue il titolo professionale marittimo di Capitano di lungo corso ed effettua quattro anni di navigazione in qualità di 2° e in seguito di 1° ufficiale di coperta su navi mercantili e petroliere.

Nel 1983 vince il concorso per Ufficiali nomina diretta del Corpo delle Capitanerie di Porto.

Tra il 1984 e il 1991 presta servizio prima presso la Capitaneria di porto di Vibo Valentia e, successivamente, presso la Capitaneria di Porto di Reggio Calabria, assumendo in seguito, nel 1991, il Comando dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Carloforte.

A seguito di un nuovo trasferimento presso la Capitaneria di Reggio Calabria, nel 1994, collabora attivamente con il pool investigativo della Procura relativamente al traffico illecito di rifiuti tossici.

Il 12 Dicembre 1995 muore improvvisamente durante un viaggio sulla Salerno – Reggio Calabria, nel Comune di Nocera Inferiore. Nel 2012, a seguito di un’ulteriore perizia, viene stabilita la morte a causa tossica.  Il 4 Dicembre 2004 l’allora Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, consegna alla moglie del Capitano di Fregata (CP) De Grazia, la medaglia d’oro al merito di Marina, riconosciutagli per il valore delle complesse investigazioni ambientali condotte con spiccato acume investigativo, nelle attività svolte in collaborazione con la Procura di Reggio Calabria, nel settore dei traffici illeciti operati da navi mercantili.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *