Carcere di Latina

E’ stato presentato anche il modellino di un veliero agli atti dell’udienza preliminare dell’operazione ‘Astice’ e Petrus’ che ha portato in carcere 27 persone per reati quali corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, truffa aggravata, ricettazione, detenzione illegale e spaccio aggravati di sostanze stupefacenti, detenzione e porto illegale di arma da sparo. E’ stato depositato nella matitnata del 27 ottobre dall’avvocato di uno degli imputati nel corso della discussione dei legali della difesa davanti al gup del Tribunale di Latina Giorgia Castriota. L’udienza era dedicata alla discussione delle posizioni di Antonio Sellacci, Francesco Falcone e Gennaro Amato e l’avvocato di quest’ultimo nel corso del suo intervento si è soffermato su uno degli oggetti che secondo gli investigatori è stato introdotto illecitamente all’interno del carcere di Latina: il filo da pesca. Decisamente una circostanza curiosa per la quale il legale ha voluto fornire una spiegazione: sembra infatti che il suo assistito sia appassionato di costruzione di modellini di navi e per dimostrare tale fatto ha portato in aula e fatto mettere agli atti del processo un modellino di veliero in legno realizzato da Amato delle dimensioni di circa 20 centimetri. La difesa ha chiesto per i tre imputati l’assoluzione e in subordine il minimo della pena.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui