Presentato il progetto filmico ” Al di là delle parole” a Cassino

E’ stato presentato nella mattinata del 2 luglio al Rettorato dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale il progetto filmico dal titolo “Al di là delle parole”. L’opera con finalità educative dedicata alla prevenzione e al contrasto della violenza di genere è patrocinata dall’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dal Comitato Unico di Garanzia, organo statutario dell’Ateneo e dalla docente e consigliera di parità Fiorenza Taricone. Partner dell’iniziativa è anche il Comune di Formia che era rappresentato dall’assessore ai Servizi Sociali Giovanni D’Angiò. Alla conferenza erano presenti il Magnifico Rettore Giovanni Betta, la madrina Valeria Altobelli, il presidente del Cosilam Mario Abbruzzese, il presidente dell’Associazione Abruzzo Cuore d’Italia e proponente del Progetto Francesco Longobardi e l’assessore alla Pubblica Istruzione, Pari Opportunità, Turismo e Sport del Comune di Cassino, Maria Concetta Tamburrini. Tema centrale il valore della parità di genere. Il Magnifico Rettore Giovanni Betta ha sottolineato il ruolo strategico che ricopre l’università in questo contesto anche soprattutto sul piano dell’immagine, del linguaggio e della comunicazione ricordando che con il Comune di Formia si è creato un vero e proprio percorso condiviso anche alla luce dell’apertura alla biblioteca comunale “Ten. Filippo Testa” dello sportello territoriale di Segreteria Studenti dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale. La convenzione fu sottoscritta il 22 ottobre 2018 tra il sindaco di Formia Paola Villa e il Rettore Giovanni Betta. Un altro asset nel rapporto tra i due enti con l’intenzione di potenziare le professionalità dell’intero comprensorio. Alla presentazione del progetto filmico “Al di là delle parole” l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Formia Giovanni D’Angiò ha rimarcato il rapporto sinergico tra le varie istituzioni. Ha spiegato l’assessore D’Angiò:“Come amministrazione siamo molto attenti quando si affrontano queste tematiche. Bisogna creare una rete efficace di interventi e di collaborazione per raggiungere gli obiettivi prefissati e in questo caso la cinematografia riveste fondamentale importanza come canale comunicativo ed educativo anche per sensibilizzare le persone ad essere più informate. Solo tutti insieme come comunità educante possiamo essere determinanti”. La madrina dell’evento è la bella sorana Valeria Altobelli, già attrice di diversi film (“Tiramisù” con Fabio De Luigi e “Una Notte da paura”), di commedie teatrali e di musical. Una carriera da modella iniziata da giovanissima, accanto a quella da cantante quando, nel 2004, viene incoronata Miss Mondo Italia. Dal 2016 è volto della nota trasmissione Forum ed è entrata nel cast di Tale e quale Show, in onda in prima serata su Rai 1. È fondatrice e presidente di una Associazione internazionale di beneficenza, Mission NGO, composta da tutte le ex Miss dei concorsi di bellezza mondiali più prestigiosi che conta volontarie provenienti da più di 150 Paesi in tutto il mondo.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *