Presentato il Diploma Europeo a Gaeta

Conferenza stampa diploma europeo
Consiglio d’Europa
Diploma europeo conferito
Diploma europeo Mitrano
Diploma

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mitrano, il sindaco di Gaeta, ha tenuto nel corso della cerimonia ufficiale che si è tenuta il 28 giugno scorso presso il Palazzo del Consiglio d’Europa a Strasburgo durante la sessione di giugno dell’Assemblea parlamentare il duo discorso per la onorificenza del diploma europeo per la città: “Sono orgoglioso di ritirare il Diploma Europeo che la Commissione Affari sociali, Salute e Sviluppo sostenibile ha voluto conferire alla città di Gaeta, grazie all’impegno ed alle iniziative che la mia Amministrazione ha condotto con l’obiettivo di promuovere l’idea di Europa e di cittadinanza europea attiva tra i giovani. In un momento storico  in cui il progetto europeo è sottoposto a grandi sfide politiche, economiche e sociali, nostro obiettivo è di contribuire alla conoscenza che gli studenti hanno dell’Unione Europea, per permettere loro di prendere parte ai vari dibattiti con consapevolezza e fornire la possibilità di costruire il futuro in cui vogliono vivere. Il Diploma europeo rappresenta il primo riconoscimento di un percorso che noi intendiamo continuare, candidandoci il prossimo anno alla conquista della Bandiera d’Onore.”  Un intervento molto apprezzato dalla platea intervenuta e che si è concluso con un’avvincente proposta amministrativa e programmatica: l’European Union of Municipalities. Un progetto europeista che parte da Gaeta con l’obiettivo di creare un’unione europea delle municipalità. Ha concluso Mitrano:  “E’ mia intenzione  coinvolgervi in un progetto che proviene dai territori finalizzato alla costituzione di una rete delle municipalità europee che, lavorando su progetti comuni e condivisi, contribuisca ad edificare un’Europa migliore e solidale, basata sulle comunità di cittadini e persone come era anche auspicato dai padri fondatori dell’Unione europea”.  La trasferta francese è servita anche ad instaurare legami di “amicizia” con le altre città premiate e provenienti dalla Francia, Angers (Pays de la Loire); Germania, Bad Krozingen (Baden-Württemberg) e Stuttgart (Baden-Württemberg); Italia Gaeta (Lazio); Lithuania, Naujoji Akmenė (Šiauliai County), Polonia, Mińsk Mazowiecki (Mazovian Voivodship) e Płońsk (Mazovian Voivodship); Slovacchia, Republic Zemné (Nitra Region); Turchia, Ahmetbey (Marmara Region), Edremit (Aegean Region), Kahramankazan (Central Anatolia), Lüleburgaz (Marmara Region), Şişli (Istanbul Municipality), Süleymanpaşa (Tekirdağ Municipality); Ucraina, Kyiv (Kyiv Municipality) e Lviv (Lviv Oblast). In particolar modo tra le città di Edremit in Turchia e Gaeta esiste un legame storico che si rifà al mito di “Enea”. Secondo il poema epico scritto da Virgilio, Enea, dopo essere fuggito dalla città di Troia in fiamme e ormai capitolata ai greci, si rifugia nella città di Antandros, alle pendici del Monte Ida, nell’attuale Comune di Edremit, in provincia di Balikesir Turchia.  A Gaeta, come descrive Virgilio nel Libro VII, muore e viene sepolta l’amata nutrice di Enea, Caieta da cui prende il nome la città tirrenica. Di ritorno dalla cerimonia che si è tenuta presso il Palazzo d’Europa di Strasburgo, presso l’aula consiliare del Comune di Gaeta, il “Diploma europeo” è stato ufficialmente presentato alla Città di Gaeta.  Il Vice Sindaco Angelo Magliozzi e la delegata ai rapporti internazionali Roberta Castini nel corso della conferenza stampa, sono stati affiancati dai Partner istituzionali che con le loro iniziative ed una sinergica e fattiva collaborazione con il Comune di Gaeta, hanno contribuito al raggiungimento del prestigioso risultato. Stiamo parlando della Prof.ssa Alessandra Pedagna, Presidente del Movimento Federalista Europeo sezione di Gaeta che, impegnata da tempo nella promozione dei valori europei, ha sollecitato l’Amministrazione Mitrano a procedere con la domanda di selezione; ed Antonio Pasciuto, Mister della “Serapo Sport Nuoto” protagonista con il suo gruppo Master della traversata Ventotene – Gaeta nel nome dell’Europa unita. I relatori hanno illustrato gli aspetti che hanno portato al conferimento del prestigioso riconoscimento anticipando le prossime iniziative europeiste promosse dall’Amministrazione Mitrano.  Ha commentato il Vice Sindaco Angelo Magliozzi:  “Gaeta unica Città in Italia a ricevere il Diploma europeo 2018, ha visto premiare gli sforzi compiuti nel corso degli anni finalizzati a sviluppare l’ideale europeo tramite gemellaggi, manifestazioni europee, visite e scambi culturali. La nostra intenzione è quella di proseguire sulla strada intrapresa puntando al Premio d’Europa, quarta ed ultima tappa di un premio istituito nel 1955 dall’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa a Strasburgo”. Tornando al “Diploma europeo” Pedagna ha invece sottolineato l’importanza di questo riconoscimento che “giunge al coronamento di un percorso intrapreso da diverso tempo dall’Amministrazione Mitrano con cui il Movimento Federalista Europeo ha collaborato per dare a Gaeta e soprattutto ai suoi studenti quel senso di appartenenza ad una grande nazione, l’Europa. Un giorno speciale per Gaeta  che vede nel Diploma conferito dal Consiglio d’Europa il riconoscimento dell’impegno dell’Amministrazione Mitrano che ha saputo cogliere la proposta della candidatura adoperandosi alla diffusione della cultura europea soprattutto tra i più giovani”.  Ha commentato Roberta Castini:  “Prime tappe di questo percorso  due momenti di approfondimento e confronto che si sono tenuti il 9 ed il 14 aprile scorso presso il Palazzo della Cultura sul tema Europa, quali prospettive? I due incontri  sono stati organizzati dal Comune, con il patrocinio della Regione Lazio, in collaborazione con l’Associazione Movimento Federalista Europeo Sezione di Gaeta e l’Istituto Tecnico Superiore Fondazione G. Caboto”. La Città di Gaeta continua inoltre a consolidare i rapporti di collaborazione e di amicizia con le città di Frontignan La Peyrade (Francia), Somerville/Cambridge (USA) e, più recentemente, anche con Sestroretsk (Russia). Dopo aver aderito all’appello “Europei, Insieme in marcia per l’Europa”, Gaeta ha partecipato attivamente, con una delegazione ed il gonfalone, alla marcia di Roma in occasione del sessantesimo anniversario del Trattato di Roma, il 25 marzo 2017. Dalla marcia passiamo alle “Bracciate per l’Europa”, la traversata a nuoto da Ventotene a Gaeta, iniziativa europeista promossa dal gruppo “Serapo Sport Nuoto” gruppo Master, con il patrocinio del Parlamento Europeo e dei Comuni di Gaeta e Ventotene, in collaborazione con la Capitaneria di Porto di Gaeta. Bracciate per l’Europa ha preso il via il 14 luglio 2017 a Ventotene dove si è tenuto un incontro con le Autorità locali alle quali è stato consegnato il Manifesto di Ventotene, un documento che mira a valorizzare l’Unione Europea attraverso lo sport, firmato il 15 luglio all’arrivo a Gaeta anche dal Sindaco Mitrano, da un rappresentante dell’Unione Europea e dall’atleta Daniele Masala, due volte campione olimpico. Il Manifesto – all’inizio dell’anno scolastico 2017-2018 –  è stato diffuso tra gli studenti delle scuole di Gaeta e di Ventotene.  Ha sottolineato nel corso del suo intervento il Mister Antonio Pasciuto:  “Il valore del gruppo è un valore fondamentale che permette di superare gli ostacoli e raggiungere obiettivi anche impensati. La nostra traversata in mare nel nome di un’Europa come l’avevano sognata i padri fondatori quali Spinelli, è stata realizzata da persone comuni unite però dallo stesso obiettivo. Il mio augurio che si rinsaldi quel sentimento di unione dei popoli europei che oggi sembra venir meno perché soltanto uniti si vince”. Le altre iniziative che hanno permesso alla Città di Gaeta di conseguire il “Diploma europeo” ricadono nell’ambito del progetto “Giovani, Incontri, Identità”. Il 7 novembre 2017, Gaeta ha accolto calorosamente in aula consiliare una decina di studenti del Liceo Gimnzija di Banja Luka (Bosnia-Erzegovina), accompagnati da studenti e dal dirigente scolastico dell’Istituto Tecnico Superiore “E. Fermi” che li hanno ospitati per una settimana sia nella struttura scolastica che presso i propri nuclei familiari. Mentre il 2 luglio 2016 il Sindaco Mitrano ha accolto in Comune un gruppo di rappresentanti di due associazioni del Montenegro che hanno voluto ritornare sui luoghi della storia scritta dai loro avi proprio a Gaeta, città dove il governo montenegrino decise di trasferire il 10 marzo 1919 un migliaio di soldati. La visita rientrava anche nell’ambito di due particolari ricorrenze: il millesimo anno della nascita dello Stato del Montenegro ed il decimo anniversario della sua autonomia (dal 3 giugno 2006 il Montenegro è diventato uno Stato indipendente).

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *