Logo

Un esempio virtuoso, che viene dal basso, è quello del drive – in di Terracina, quello che ha messo in evidenza il direttivo provinciale di Potere al Popolo in un comunicato stampa: “Ci stiamo occupando da più di due anni della sanità del territorio pontino, abbiamo fatto iniziative un po’ ovunque e lasciato sempre uno spazio autogestito all’interno delle nostre manifestazioni ai comitati dei cittadini in lotta per rivendicare i loro diritti. Lo abbiamo fatto perché crediamo che al di là delle appartenenze partitiche ogni volta che uno o più cittadini decide di far valere i propri diritti che sono i diritti dell’intera società, quelle posizioni vanno sostenute, aiutate e difese contro tutto e tutti. Eravamo presenti al sit in ad Aprilia quest’estate quando i cittadini della zona sono scesi in piazza dopo l’ennesimo rogo doloso che ha inquinato l’aria per giorni e giorni perché bruciavano le peggiori sostanze tossiche, nell’indifferenza delle amministrazioni locali e della cosiddetta politica istituzionale. Abbiamo sostenuto la lunga e faticosa battaglia dei Comitati Civici contro la chiusura di tutti i PPI (punti di primo intervento) capitanata dal Comitato Civico di Cori e che è ancora in atto con all’attivo ben 3 ricorsi al TAR e partecipato e fatto iniziative in difesa della sanità pubblica. Oggi ci è arrivata la magnifica notizia, ufficiosa per ora ma che speriamo diventi presto ufficiale, che altri cittadini pontini con costanza, determinazione e senza nessun appoggio istituzionale e politico stiano in procinto di ottenere la loro vittoria di ottenere un Drive In a Terracina. Le cittadine e i cittadini Terracinesi l’hanno spuntata su un’amministrazione pigra, inconsistente e capace solo di lodarsi e sbrodarsi per qualche piccolo intervento che tende a far diventare un atto eroico quando è solo di routine! Complimenti quindi, a queste donne e questi uomini che senza nessuna “guida spirituale” ma solo con quella del buon senso è riuscita nell’impresa. Noi di PaP Assemblea Territoriale di Latina e Provincia ci congratuliamo con tutti loro e come facciamo sempre siamo pronti a dare il nostro umile contributo a chi ha il coraggio di prendere a calci il qualunquismo e mettersi in gioco in una partita che fino all’ultimo non sei sicuro di vincere o perdere. Come diceva Gaber “Libertà è partecipazione” perché “le battaglie non si perdono, si vincono sempre!”(Ernesto Guevara De La Serna, detto “EL CHE”).”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui