Controlli

Sono proseguiti a ritmo serrato a ritmo serrato i controlli e i monitoraggi a Fondi, comune “zona rossa” del Lazio.L’attenzione è stata puntata in particolare  sul Mof, dove l’ordinanza della Regione Lazio ha disposto verifiche stringenti e alcune limitazioni e regole sugli accessi. All’ingresso infatti ogni operatore passa attraverso il controllo del termoscanner e di termometri laser per la rilevazione della temperatura corporea. Proprio il 23 marzo, un operatore è stato fermato con febbre alta e sottoposto al tampone poi risultato positivo. L’uomo è stato messo in isolamento così come i suoi familiari e i contatti più stretti. Il suo stand è stato chiuso.  Nel resto della città continua lo screening per immagini elaborate con intelligenza artificiale delle Tac sospette per Covid-19. Sono complessivamente140 quelle già effettuate. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui