Piazza Dante

Il matrimonio non s’ha da fare: sembra che si metterà in discussione la possibilità di accorpare il Cena al Volta, come si è deciso all’ultima riunione. Infatti il dirigente scolastico del Cena terrà domani una conferenza stampa per illustrare le motivazioni del “no” alla proposta che vorrebbe accorpare la primaria e la materna di Piazza Dante non alla Cena (come è attualmente), ma alla Volta di Via Botticelli oggi unita alla scuola elementare e materna del Gionchetto, molto distante territorialmente e con un’utenza scolastica diversa da quella della scuola di Via Botticelli. Lo scontro è aperto, e anche la politica si schiera. Il consigliere regionale del Pd Enrico Forte parla di “un Piano di dimensionamento scolastico che non tiene in alcuna considerazione i progetti messi in campo dai singoli istituti comprensivi, il processo di continuità didattica, i parametri fissati dalle linee guida della Regione”. Secondo Forte “con un numero complessivo di 1187 alunni l’istituto comprensivo Cena è normodimensionato mentre con la modifica proposta nel giro di qualche anno dovrebbe subire un nuovo intervento di dimensionamento”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui