Cani

In Cina la pandemia non ha insegnato molto al popolo cinese di non fare operazioni strane con gli animali: la pandemia non ha fermato il Festival di Yulin in Cina: un festival dove circa 30 milioni di cani vengono macellati e mangiati, un festival che inizia il 21 giugno, solstizio d’estate, e dura 10 giorni. Un festival dalle macabre pratiche violente contro i cani. Possibile che con una pandemia mondiale in corso che ci ha chiusi in casa per oltre un anno, queste pratiche sugli animali vengono ancora permesse?  Una petizione pubblicata su Change.org vuole fermare questa inutile mattanza:

“Lo sapevi che ogni anno, nel solstizio d’estate, migliaia di cani vengono presi a raccolta per essere mangiati a Yulin, in Cina, durante il Festival della carne di cane?

Crediamo che un evento del genere non abbia posto nel 21° secolo.

Ci sono molte ragioni per mettere fine a questo orribile evento — attenzione, le seguenti informazioni potrebbero essere sconvolgenti.

Un numero significativo di cani che vengono uccisi, sono animali domestici rubati, o cani da guardia delle famiglie rurali. Permettere al festival della carne di cane di continuare a esistere significa appoggiare il furto di cani, dando formitura all’industria della carne di cane.

Il Festival della carne di cane di Yulin rappresenta un pericoloso problema di sicurezza alimentare. I cani venduti sul mercato sono animali malati, avvelenati e morenti. Durante i lunghi viaggi, questi cani vivono in condizioni orrende, trascorrono giorni senza a cqua e cibo e possono essere portatori di malattie contagiose.

Ci appelliamo a voi per agire nell’interesse della salute pubblica, della sicurezza alimentare, del benessere degli animali e della reputazione del Guangxi e della Cina. Il Festival della carne di cane di Yulin è un’operazione commerciale che mina l’interesse nazionale e pubblico. Il governo della Regione autonoma del Guangxi Zhuang si trova ora in un momento storico. Il “Dog Meat Festival” deve finire.

Firmando questa petizione, ti unisci a un movimento globale di persone che la pensano come te e che vogliono mettere fine a questo atroce festival e commercio. Nelle prossime settimane e mesi, avrai l’opportunità di essere coinvolto in eventi online ma anche di persona in vari luoghi nel mondo.

Grazie

Andrea Gung”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui