Alexei Navalny

Lo scorso fine settimana oltre 3.300 persone sono state arrestate in Russia fra i manifestanti pro Alexei Navalny, una persona invisa al regime russo in quanto ha denunciato numerosi casi di arricchimento illegali di alti funzionari del Governo, tanto che hanno provato ad avvelenarlo la scorsa estate e Alexei è miracolosamente scampato. Alexei è in arresto a Mosca e Marina in una petizione su Change.org chiede che gli venga assegnato il Nobel per la Pace:

“Al Comitato Norvegese per il Nobel:

vi esortiamo ad assegnare il Premio Nobel per la Pace 2021 ad Alexei Navalny.
Negli ultimi dieci anni, attraverso la sua Fondazione anticorruzione, il signor Navalny ha denunciato numerosi casi di arricchimento illegale di alti funzionari del governo.
Ha dimostrato con prove forti che la massiccia corruzione in Russia gode del sostegno delle autorità, della magistratura, dei media statali e, di fatto, è diventata il fondamento stesso del regime al potere.

Le rivelazioni di Alexei Navalny gli hanno fatto guadagnare un’immensa popolarità agli occhi di milioni di persone. Le rivelazioni però, come prevedibile, lo hanno anche inviso al regime, tanto da culminare in un recente tentativo da parte di forze dell’ordine segrete di avvelenarlo.
Miracolosamente l’avvelenamento non si è concluso con la sua morte.

Il coraggio di Alexei Navalny è notevole: nel suo confronto quotidiano con uno spietato regime criminale, rischia costantemente la sua vita e il benessere della sua famiglia. Attualmente è agli arresti a Mosca.

Mezzo secolo fa, il Comitato per il Nobel ha assegnato il Premio per la Pace ad un grande russo, Andrei Dmitrievich Sakharov. E’ stata una delle sue decisioni più significative, che ha riconosciuto l’alta posizione morale dei dissidenti sovietici.

Il regime russo di oggi non è meno repressivo,antidemocratico e corrotto del governo del Partito Comunista. Minaccia nella stessa misura la stabilità e la sicurezza dei paesi liberi. Il signor Navalny è il successore di Andrey Sakharov tanto quanto Vladimir Putin è l’erede dei governanti sovietici.

L’assegnazione del Premio Nobel per la Pace ad Alexei Navalny servirà come riconoscimento mondiale di questa continuità.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui