Maurizio

Un pensionato, Maurizio, vive a Roma ed è invalido civile al 90%, con pacemaker e defibrillatore. Ha impiegato sei anni per ottenere la pensione definitiva, senza mai sapere i conteggi che hanno determinato per l’INPS il suo importo lordo di pensione. Com’è possibile che dopo aver lavorato una vita, non debba essere a conoscenza di come viene calcolata la pensione? Con la petizione pubblicata su Change.org Maurizio si è rivolto al direttore dell’INPS affinché i calcoli sulla pensione dei cittadini italiani vengano resi sempre trasparenti. Ecco il testo della peizione:

Sono Maurizio, vivo a Roma e sono invalido civile al 90% con pacemaker e defibrillatore.

Ho impiegato ben sei anni per ottenere la pensione definitivasenza mai sapere i conteggi che hanno determinato per l’INPS il mio importo lordo di pensione.
Com’è possibile che io dopo aver lavorato una vita, non debba essere a conoscenza di come viene calcolata la mia pensione?

Quello che chiedo tramite questa petizione è rendere obbligatorio per l’INPS una esaustiva comunicazione da effettuare al cittadino, senza necessità da parte di quest’ultimo di ricorrere al CAF e/o al Patronato e/o a professionista, per rendere comprensibili i calcoli effettuati dall’INPS per la determinazione della pensione attribuita e tutti gli elementi utilizzati per il calcolo. 
Attualmente le comunicazioni da parte dell’INPS al cittadino, relative all’importo lordo della pensione, sono incomprensibili e senza alcuna chiara indicazione relativamente ai calcoli effettuati. 
Premesso che tale proposta di legge è a costo zero e non comporta alcuna spesa per lo Stato e quindi per i cittadini, è necessario, anche ai fini di una migliore trasparenza, fornire al pensionato il dettaglio di come l’INPS ha effettuato il calcolo analitico per la determinazione dell’importo lordo della pensione.

Sono andato in pensione nel luglio 2013, nel 2014 c’è stata la riliquidazione per trasformazione da provvisoria a definitiva; poi dopo ho effettuato numerosissime richieste (INPS risponde e/o mail alla Sede Territoriale competente) dell’ottenimento del calcolo effettuato per la determinazione dell’importo lordo (anche tramite Patronato). Mi sono recato presso la Sede Territoriale competente per ottenere la stampa dei conteggi effettuati dall’INPS, ma il Funzionario incaricato mi ha riferito che i calcoli vengono effettuati esclusivamente dal programma informatico dell’INPS denomitato “UNICARPE” e che lo stesso (appare alquanto inverosimile) non produrrebbe alcuna stampa dei conteggi effettuati. In conseguenza di tale risposta, mi chiedo quali controlli (sistematici e/o a campione) vengano effettuati dall’INPS al fine di verificare la congruenza dei calcoli.

Appare quindi un “segreto di Stato” che deve essere finalmente superato, a beneficio di tutti i cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui