Logo

I premi degli atleti che gareggiano alle Paralimpiadi non sono uguali a quelli degli atleti delle Olimpiadi. Infatti un oro alle Olimpiadi vale 180mila euro, ma alle Paralimpiadi  75mila. Perchè? Gli atleti delle Paralimpiadi sono forse di serie B? Non fanno gli stessi sacrifici degli altri? Le loro vittorie non sono altrettanto ottimi traguardi?
Per questo fatto inspiegabile, Assist chiede che i premi vengano subito equiparati con una pèetizione pubblicata su Change.org:

PRESIDENTE DRAGHI, MINISTRE BONETTI E STEFANI, SOTTOSEGRETARIA VEZZALI, I PREMI DI AZZURRE E AZZURRI PARALIMPICI SIANO EQUIPARATI SUBITO A QUELLI DI CAMPIONESSE E CAMPIONI OLIMPICI. 

Assist Associazione Nazionale Atlete e tutti coloro che firmeranno questa petizione vi chiedono che i premi degli atleti e delle atlete medagliati nelle Paralimpiadi di Tokyo, appena concluse, vengano equiparati subito a quelli dei medagliati delle Olimpiadi.
Siamo tutti molto felici per il rientro da Tokyo di una straordinaria spedizione paralimpica, ma non è tollerabile che non si riescano a trovare i poco più di 4 milioni e mezzo di euro che servono per far sì che gli azzurri e le azzurre paralimpici possano non essere definiti atleti di serie B.

Assist è ben consapevole del grande lavoro svolto in questi anni dal Comitato Italiano Paralimpico. Proprio per questo chiediamo che il CIP riceva dallo Stato la somma necessaria a equiparare i propri atleti a quelli normodotati, anche dal punto di vista economico. I premi ad azzurri e azzurre non devono e non possono essere soggetti a nessuna logica di mercato, perché pagati con soldi pubblici e perché  espressione dei valori della nostra Costituzione. Il valore simbolico dell’equiparazione cui chiediamo si proceda immediatamente, va ben al di là del valore in denaro di quella che è niente altro che un’azione doverosa, nel solco del dettato Costituzionale, di cui il presidente Draghi, la ministra Stefani, la ministra Bonetti e la sottosegretaria Vezzali chiediamo si facciano garanti.

Circa 4.630.000 euro: questo il conto che abbiamo fatto noi di Assist e che sarebbero sufficienti a equiparare i premi e per non fare un intollerabile torto agli atleti e alle atlete che hanno reso grande l’Italia con il loro talento e i loro immensi sacrifici. Equiparate i premi ORA.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui