Partono le domande del reddito di cittadinanza a Latina e provincia

Domanda

E’ partito il  il D-Day per il reddito di cittadinanza mercoledì 6 marzo, la procedura per presentare la domanda per chiedere il sussidio, con l’Isee che, ricordiamo, non deve superare i 9.360 euro.  E’  il battesimo per il provvedimento targato Cinque Stelle. Le procedure hanno preso il via dalla mattina del 6 marzo anche nei Caf e negli uffici postali di Latina dove, contrariamente a quanto si aspettava alla vigilia, non si sono registrate situazioni di particolari disagi. Nessuna ressa o assalto agli uffici quindi.  Le domande ricordiamo che potranno essere presentate sia alle Poste che nei Caf, ma ovviamente chi ha dimestichezza con internet e i pc potrà fare richiesta anche on line. L’Inps ha pubblicato sul proprio sito tre modelli per la richiesta disponibili online a questo link identificati con le sigle SR180, SR181 e SR182, ognuno da utilizzare per un determinato scopo. Di questi tre è quello denominato come SR180 a dover essere utilizzato per la richiesta. Si tratta di un modulo formato da 9 pagine, suddiviso in due parti: nella prima – da leggere attentamente – sono indicate solamente le regole per il funzionamento del reddito di cittadinanza, mentre nella seconda ci sono gli spazi da compilare inserendo le informazioni richieste. Le domande per il reddito di cittadinanza possono essere presentate entro la fine di marzo. Dal 25 marzo al 15 aprile, è previsto l’invio dei moduli all’Inps e poi, dal 15 al 30 aprile, l’Istituto di previdenza valuterà l’idoneità o meno al reddito. Un avviso alla clientela per facilitare e snellire le procedure è stato diffuso da Poste Italiane che invita a presentare le domande per il Reddito di cittadinanza basandosi sull’ordine alfabetico che inizia oggi con le lettere A e B. Quella dell’azienda è comunque solo una indicazione che ha l’obiettivo di una “migliore gestione delle richieste”. Infatti tutte le domande saranno accettate al di là del giorno di presentazione, ovvero anche se il cliente dovesse presentarsi allo sportello in un giorno diverso da quello previsto da calendario: la precisazione è contenuta nello stesso avviso.

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *